Le notizie riportate in questa sezione, sono una sintesi e una rielaborazione scaturita dal monitoraggio di varie fonti, vedi faqs nella nostra home page area "fonti", e tra cui abitualmente:
La Stampa di Torino, Corriere della Sera,  Repubblica,  ADN Kronos, ANSA, SAT EXPO, ISIMM, ITU, Eurovisione, BBC Monitoring; altre fonti qui non citate verranno annotate a piè di notizia.




 

 

 

 

 


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

ARCHIVIO


AGGIORNAMENTO
2021



AGGIORNAMENTO

2020

AGGIORNAMENTO

2019

AGGIORNAMENTO

2018

AGGIORNAMENTO

2017

AGGIORNAMENTO

2016

AGGIORNAMENTO

2015

AGGIORNAMENTO

2014

AGGIORNAMENTI

2013

AGGIORNAMENTI

2012

AGGIORNAMENTI

2011

AGGIORNAMENTI

2010

AGGIORNAMENTI

2009

AGGIORNAMENTI

2008

AGGIORNAMENTI

2007

AGGIORNAMENTI
2006

AGGIORNAMENTI
2005

AGGIORNAMENTI 2004

 

AGGIORNAMENTI 2003

 

AGGIORNAMENTI
2002

 

 











AGGIORNAMENTI 29 GIUGNO 2022

SILICON VALLEY:  ECCO COME LE IMPRESE AMERICANE CONTINUERANNO A SOSTENERE LE DONNE CHE DESIDERANO ABORTIRE
I dipendenti di Google che lo vorranno potranno fare domanda di trasferimento in un altro stato "senza giustificazione". La decisione, contenuta in una email al personale dell'azienda di Mountain View, arriva dopo la decisione della Corte Suprema americana che  rende l'aborto illegale in alcuni paesi degli Stati Uniti, lascia la decisione ai  governi locali. Così Google esprime solidarietà concreta ai propri dipendenti e garantendo tutto il suo appoggio."Per supportare i dipendenti e le persone a loro carico - aggiunge la comunicazione - il nostro piano di benefici e l'assicurazione sanitaria copre le procedure mediche fuori dallo stato se non sono disponibili dove vive e lavora un dipendente. Si può anche richiedere il trasferimento senza giustificazione.Anche altre aziende tecnologiche come Apple e Meta, la casa madre di Facebook e Instagram, si sono impegnate a pagare alle dipendenti viaggio, alloggio e procedure nel caso debbano recarsi in un altro Stato per sottoporsi ad un aborto."Sosteniamo i diritti dei nostri dipendenti a scegliere", ha affermato Apple.


**Amazon conferma il suo impegno nel supportare l'economia italiana annunciando che creerà 3.000 posti di lavoro a tempo indeterminato nel nostro Paese entro la fine dell'anno. La mossa porterà le risorse complessive a oltre 17.000 in più in 50 sedi in Italia.Amazon è la realtà privata che ha creato in Italia più posti di lavoro negli ultimi 10 anni. In media, dall'avvio delle attività nel 2010, ogni settimana Amazon ha creato più di 26 posti di lavoro a tempo indeterminato. Investendo oltre 8,7 miliardi di euro in Italia per la propria crescita e per supportare la digitalizzazione del Paese, che hanno generato nuovi posti di lavoro di qualità che stanno contribuendo alla crescita dell'economia. Il colosso americano ha recentemente annunciato di voler supportare le oltre 18.000 piccole e medie imprese italiane che vendono sulle sue piattaforme, nella creazione di più di 50.000 posti di lavoro in Italia e nel raggiungimento di 1,2 miliardi di euro di vendite annuali all'estero entro il 2025. Un contributo concreto al raggiungimento degli obiettivi del PNRR, Piano Nazionale di Recupero e Resilienza, offrendo, al tempo stesso, una più ampia disponibilità di prodotti originali italiani ai clienti di tutto il mondo.


**Da quando è iniziato il conflitto e una coalizione di paesi si è riunita per difendere l'Ucraina, le agenzie di intelligence russe hanno intensificato le attività di spionaggio.
Sono stati rilevati tentativi di intrusione su 128 organizzazioni in 42 paesi al di fuori dell'Ucraina. Gli Stati Uniti sono stati l'obiettivo numero uno ma le attività hanno preso di mira anche la Polonia e paesi baltici come Danimarca, Norvegia, Finlandia, Svezia e Turchia. Lo ha rilevato la divisione Intelligence e dati di Microsoft che conduce analisi periodiche da quando è iniziato il conflitto. In aumento le attività nei confronti dei ministeri degli esteri dei paesi Nato, governi, think tank, organizzazioni umanitarie, società tecnologiche e fornitori di energia e altre infrastrutture critiche. Queste azioni hanno "avuto successo per il 29% delle volte anche se poi sono state smascherate.
Secondo Microsoft, le agenzie russe stanno concentrando le loro operazioni di 'cyber-influenza' su quattro distinti destinatari:

1) prendendo di mira la popolazione russa con l'obiettivo di sostenere lo sforzo bellico,
2) la popolazione ucraina con l'obiettivo di minare la fiducia nella volontà e capacità del Paese di resistere agli attacchi russi,
3) le popolazioni americane ed europee per minare l'unità occidentale e depistare le critiche sui crimini di guerra militari russi,
4) iniziano a prendere di mira le popolazioni dei paesi non allineati per avere il loro sostegno alle Nazioni Unite.
Microsoft sottolinea che gli attacchi informatici russi possono essere contrastati solo attraverso una collaborazione pubblico-privato. Governi, aziende, organizzazioni non governative e università devono lavorare insieme per proteggere le infrastrutture critiche e i cittadini.


**Il sito web che utilizza  il servizio Google Analytics, senza le garanzie previste dal Regolamento Ue, viola la normativa sulla protezione dei dati, perché trasferisce negli Stati Uniti, Paese privo di un adeguato livello di protezione, i dati degli utenti. Lo ha affermato il Garante per la privacy a conclusione di una complessa istruttoria avviata sulla base di una serie di reclami e in coordinamento con altre autorità della privacy europee. Dall'indagine del Garante è emerso che i gestori dei siti web che utilizzano Google Analytics raccolgono, mediante cookie, informazioni sulle interazioni degli utenti con i predetti siti, le singole pagine visitate e i servizi proposti. Tra i molteplici dati raccolti, indirizzo IP del dispositivo dell'utente e informazioni relative al browser, al sistema operativo, alla risoluzione dello schermo, alla lingua selezionata, nonché data e ora della visita al sito web. Tali informazioni sono risultate oggetto di trasferimento verso gli Stati Uniti. Nel dichiarare l'illiceità del trattamento è stato ribadito che l'indirizzo IP costituisce un dato personale e anche nel caso fosse troncato non diverrebbe un dato anonimo, considerata la capacità di Google di arricchirlo con altri dati di cui è in possesso. All'esito di tali accertamenti il Garante ha adottato il primo di una serie di provvedimenti che potrebbe portare alla sospensione del trattamenti dei dati da parte di Google.


**Come già annunciato Facebook Pay diventa Meta Pay, il prossimo passo sarà un portafoglio per il metaverso, che consentirà di gestire in modo sicuro identità e pagamenti.
Lo annuncia lo stesso Mark Zuckerberg in un post su Facebook, specificando che Meta Pay é "lo stesso modo semplice per fare acquisti, inviare denaro e donare a cause a cui tieni su Facebook, Instagram, WhatsApp, Messenger".
Dal cambio di nome della società in Meta a ottobre 2021, Zuckerberg ha iniziato a rinominare i suoi prodotti per adattarli al nuovo marchio. In futuro - aggiunge Zuckerberg - ci saranno tutti i tipi di oggetti digitali che potresti voler creare o acquistare: abbigliamento digitale, arte, video, musica, esperienze, eventi virtuali e altro ancora.  C'è ancora molta strada da fare per arrivarci, ma questo tipo di interoperabilità offrirà esperienze molto migliori per le persone e maggiori opportunità per i creatori.


FINO ALLA SECONDA SETTIMANA DI SETTEMBRE LE NOTIZIE NON VERRANNO AGGIORNATE, PER CONSENTIRE IL CONSUETO RIPOSO ESTIVO, VISIONARE LA HOME PAGE PER EVENTUALI NOVITA



« top





AGGIORNAMENTO 22 GIUGNO 2022



Instagram, più controllo dei genitori su account dei minori.
Nuovi strumenti parentali anche per la realtà virtuale di Oculus
Meta sta implementando gli aiuti  per i genitori nei confronti dei figli e minori iscritti a Instagram. Novità simili vengono introdotte anche per la piattaforma di realtà virtuale Oculus, ribattezzata Meta Quest. Su Instagram, i genitori e i tutori potranno impostare per gli account dei più piccoli gli strumenti di supervisione, con cui decidere limiti all'utilizzo dell'app durante certi orari della giornata o giorni della settimana e controllare i dettagli di post e account segnalati. Instagram lancerà anche degli avvisi per gli adolescenti in alcuni paesi, incoraggiandoli a passare a un argomento diverso se guardano ripetutamente lo stesso tipo di contenuto nella pagina Esplora. Questa mossa dovrebbe ridurre la condivisione di bufale o delle sfide, meglio conosciute come 'challenge'. Per quanto riguarda la realtà virtuale, le nuove funzionalità di Instagram consentono ai genitori di approvare o rifiutare le richieste di acquisto di determinate app per Quest, di bloccare le app che potrebbero non essere appropriate per gli utenti più piccoli e di visualizzare i software installati dai propri figli, oltre al tempo di utilizzo del visore e l'elenco degli amici di Oculus. I genitori possono anche impedire ai minori di accedere ai contenuti di realtà virtuale dal proprio Pc, bloccando le funzioni Link e AirLink.



--Il sindacato fa breccia negli Usa e addenta anche Apple, ultima di una serie di grandi aziende a vedere la nascita di una 'union' di lavoratori, dopo Amazon e Starbucks, confermando un trend nazionale che comincia a preoccupare la Silicon Valley ma anche i negozi al dettaglio e i ristoranti. Una tendenza avversata dai datori di lavoro anche con minacce e intimidazioni, ma incoraggiata da Joe Biden, che si definisce il presidente "più pro sindacati" della storia Usa. La svolta alla Apple è avvenuta in un negozio di Tonwson, nell'area di Baltimora, in Maryland, dove 65 dipendenti su 98 hanno votato a favore della richiesta di creare un sindacato (basta il 30% delle firme dei dipendenti), il primo del colosso hi-tech in Usa. La nuova Apple Core union - abbreviazione di coalizione dei dipendenti organizzati del settore al dettaglio - aveva scritto una lettera aperta in maggio al ceo Tim Cook spiegando che il suo obiettivo era di "ottenere accesso ai diritti che ora non abbiamo". La speranza è quella di aver aperto la strada agli altri oltre 270 negozi in Usa. Due store, a New York e ad Atlanta, si sono già mossi nella stessa direzione ma nella capitale della Georgia l'iter è stato posticipato dopo le accuse alla società di attività antisindacali.  In aprile invece è toccato ad un magazzino di Amazon, sempre nella stessa città. Ma il movimento sindacale ha espugnato anche altri campi, come la rete di negozi di prodotti indoor Rei, il produttore di videogiochi Raven Software, le riviste Condé Nast 'New Yorker' e 'Wired'. Una battaglia sostenuta apertamente non solo dal senatore socialista Bernie Sanders ma anche da Biden, che non a caso in maggio ha ricevuto alla Casa Bianca il coraggioso fondatore del primo sindacato Amazon e altri suoi colleghi di colossi americani.




--I criminali informatici vendono l'accesso alle aziende attraverso il Dark Web a partire da 2.000 dollari. L'hackeraggio diventa "un modello di business che lo vede come servizio" emerge dal nuovo rapporto di Kaspersky in cui sono stati analizzati quasi 200 post sul dark web che offrivano informazioni per l'accesso iniziale ai forum delle aziende. Viene venduto soprattutto l'accesso RDP (Remote Desktop), un sistema che fornisce l'accesso a un desktop o ad un'applicazione ospitata in remoto e consente ai criminali informatici di connettersi, accedere e controllare dati e risorse tramite un host remoto, come se i dipendenti di un'azienda controllassero i dati localmente. Il costo dell'accesso iniziale varia notevolmente e può partire da un paio di centinaia di dollari per arrivare fino a centinaia di migliaia.


--La Commissione europea stringe le misure contro le fake news e annuncia un nuovo Codice di condotta sulla disinformazione (l'originario è del 2018), per il quale annuncia di aver già ottenuto la firma di 33 soggetti, tra i quali anche 'big tech' come Google, Facebook (Meta), Microsoft, o TikTok. Tra gli impegni previsti nel codice rivisto, tra l'altro, il taglio a incentivi finanziari alla disinformazione, interventi per fermare comportamenti manipolativi come account falsi, 'bot' o la diffusione di disinformazione, maggior fact-checking e la creazione di un Centro e una task force per la supervisione e implementazione del codice.





« top






AGGIORNAMENTI 15 GIUGNO 2022

Nel 2021 Apple ha rimosso 1,6 milioni di app dal suo App Store
Perché violavano le policy in materia di sicurezza ed erano in grado di derubare o ingannare gli utenti.
Infatti se le applicazioni fraudolente fossero state installate e utilizzate su iPhone e iPad, vista la possibilità che queste potessero spingere le persone a cliccare su link dannosi con la richiesta di informazioni sensibili, tra cui i dati delle carte di pagamento. "Il continuo impegno di Apple nel proteggere gli utenti dalle attività fraudolente dimostra ancora una volta perché esperti di sicurezza indipendenti e rispettati hanno affermato che l'App Store è il posto più sicuro dove trovare e scaricare app". Secondo i numeri forniti, Apple ha rifiutato 534.000 app prima che entrassero nel negozio digitale. Di queste, 157.000 sono state considerate spam o imitazioni, 34.000 contenevano funzionalità nascoste o non documentate e 343 hanno commesso violazioni della privacy. Oltre a intervenire sulle app dannose, nel 2021 Apple ha anche bloccato 3,3 milioni di presunte carte di credito rubate e inserite sull'App Store.



--Twitter in attesa di conoscere il suo futuro, spinge sull'eCommerce.Sta sperimentando l'invio di notifiche con cui gli utenti potranno essere avvisati del lancio di nuovi prodotti da parte di marchi presenti sulla piattaforma. La funzionalità, chiamata Product Drops, è stata ufficializzata dal microblog, che ha tra i primi partner dell'iniziativa, in partenza negli Stati Uniti, Dior e Home Depot. I brand posteranno online le anteprime delle vendite, come tweet, da concludere poi sui rispettivi siti di e-commerce. I tweet relativi ai prodotti si comportano come gli altri post sulla piattaforma e possono essere ritwittati, aggiunti ai segnalibri e condivisi. Gli utenti che acconsentono a ricevere i promemoria dalle aziende vedranno una notifica 15 minuti prima dell'ora stabilita per l'avvio della vendita. A quel punto, il pulsante di promemoria si trasformerà in "acquista sul sito web". Altre piattaforme, come Instagram, integrano già funzioni simili con le aziende che possono inviare promemoria per il lancio di prodotti ai follower. Il social di proprietà di Meta va anche oltre dedicando un menu specifico allo shopping, con una vera e propria vetrina per venditori e acquirenti. Mentre su TikTok ha una strategia simile a questa di Twitter, con le funzionalità di acquisto in-app che alla fine si collegano al sito del rivenditore. Al momento, la funzione Product Drops è disponibile solo per gli utenti americani che utilizzano Twitter in inglese su iOs.

--Microsoft ridimensiona ulteriormente in modo significativo le sue attività in Russia, a più di tre mesi dall'invasione dell'Ucraina. Lo riferisce Bloomberg, secondo cui il colosso di Redmond dopo aver bloccato la vendita di prodotti e servizi nel Paese a inizio marzo, ha deciso di chiudere del tutto i suoi uffici e business, una decisione che impatta su 400 dipendenti. Anche se promette di Continuare ad adempiere i propri  obblighi contrattuali  con i clienti russi". La Russia rappresenta meno dell'1% delle entrate globali dell'azienda.
Molte aziende internazionali, tra cui Dell, Apple,Nike e Adidas, hanno già da tempo troncato i legami con Mosca, chiudendo negozi o interrompendo le vendite.

--"La guerra in Ucraina e il caro energia spingono la rivoluzione digitale nelle campagne con gli investimenti in droni, gps, robot, software e internet delle cose che raggiungono i 650 milioni di euro per combattere i cambiamenti climatici, salvare l'ambiente e aumentare la produttività". "E' in atto una rivoluzione hi tech nei campi - lo afferma la Coldiretti  - a partire dal robot green 'TED', l'androide contadino alto due metri e del peso di 1600 chili, 100% elettrico, collegato a guida satellitare capace di eseguire diverse operazioni colturali nei vigneti: può essere impiegato   con pendenze fino al 30% per le principali attività lungo i filari, dal diserbo meccanico all'antispollonatura, e può lavorare 8 ore senza fermarsi sui terreni più diversi, da quelli più argillosi a quelli sabbiosi".
C'è poi la centralina meteo 'LoRAIN' che consente un monitoraggio tempestivo dei dati per pianificare irrigazioni, lavoro nei campi, far scattare allerte per possibili invasioni di insetti nocivi e ottenere previsioni meteo localizzate altamente affidabili con tecnologia MOS e sensori virtuali per la velocità del vento e la radiazione globale.
Contro i parassiti che minacciano colture, c'è 'Smart Trapp iScout'.
Quasi una impresa agricola giovanile su tre (31%) applica oggi tecniche di agricoltura di precisione". Inoltre tra i giovani è molto apprezzato anche l'utilizzo dei social per la promozione delle proprie attività: più di un giovane su tre (37%) lo fa, con Facebook che rimane il canale preferito (71%).




« top







AGGIORNAMENTO 8 GIUGNO 2022



La Russia sta valutando l'uso di criptovalute per transazioni e pagamenti internazionali.
La notizia non è del tutto fresca, risale infatti  al 31 maggio scorso.
Secondo un rapporto della Interfax, ripreso da Reuters online, il ministero delle Finanze sta considerando la possibilità di utilizzare risorse digitali per gli accordi transfrontalieri, poiché il paese ha attualmente un accesso limitato ai sistemi di pagamento tradizionali a causa delle sanzioni. In Russia la produzione di criptovalute assorbe oggi oltre il 2% del consumo elettrico nazionale.
Un quantitativo enorme, superiore rispetto a quello attribuito all'industria dell'agricoltura. "L'idea di utilizzare le valute digitali nelle transazioni internazionali è in fase di discussione", ha affermato Ivan Chebeskov, capo del dipartimento di politica finanziaria del ministero delle finanze. I funzionari russi attualmente stanno cercando di capire come regolamentare il mercato crittografico del paese e l'uso delle valute digitali, con il ministero delle finanze, contrario alle richieste della banca centrale per un divieto totale. Il conio di criptovalute, in gergo si chiama 'mining', rientra in una zona grigia nel paese: non è vietato, ma non è nemmeno regolamentato. Dopo la guerra il tasso di produzione è sceso al 4,55%, ponendo il paese dietro a Kazakistan, Cina e Stati Uniti , questo secondo i dati riportati dall'ultimo rapporto del Cambridge Bitcoin Electricity Consumption Index.



**Secondo il Global Smartwatch Model Tracker pubblicato dall'agenzia Counterpoint Research, il settore ha visto un incremento del 13% rispetto allo stesso periodo del
2021. A dominare sono ancora i principali marchi, Apple e Samsung, anche se brand come Xiaomi sono stati in grado di ampliare la loro fetta, ottenendo un +70% su base annua. Nonostante una flessione del 25% sull'ultimo trimestre del 2021, Xiaomi ha ottenuto buoni risultati derivanti dai prodotti di fascia bassa, sotto i 100 dollari. "Sebbene il mercato globale degli smartwatch abbia registrato una crescita ridotta nel 2020 a causa dell'impatto della pandemia, ha continuato a performare bene sin dall'inizio del 2021". Apple ha rappresentato più di un terzo delle spedizioni totali dell'anno scorso e sta aumentando ulteriormente la sua influenza con una quota di mercato del 36% nel primo trimestre di quest'anno. L'elevata fedeltà al marchio degli utenti iPhone è uno dei fattori di successo dell'Apple Watch. Questa popolarità sembra essere maggiore tra le giovani generazioni, rendendo Apple un leader di mercato insostituibile. Riteniamo che la quota di mercato di Apple aumenterà ulteriormente entro la fine del 2022". Samsung ha consolidato il secondo posto con un aumento delle spedizioni del 45%, seguono  Huawei, Xiaomi, Garmin.


**Scavando nel codice dell'ultima beta di WhatsApp per Android, il sito specializzato WaBetaInfo ha scoperto che il team di sviluppo sta lavorando proprio all'introduzione di un pulsante che consente di modificare i messaggi whatsApp dopo averli inviati.
Al momento non è chiaro quando la funzione verrà implementata, se ne parla dal 2017, ma da uno screenshot pubblicato sul sito si capisce come potrebbe funzionare: si clicca sul messaggio che si vuole correggere in modo da selezionarlo; poi si fa clic sul menu a 3 punti e poi sulla funzione Edit, che probailmente in italiano si tradurrà in 'Modifica'. Dalla foto non si capisce se ci sarà una finestra temporale per la modifica e se i messaggi modificati saranno in qualche modo evidenziati.

**Microsoft ha presentato il suo nuovo ramo di prodotti per la sicurezza informatica, con soluzioni di identità e accesso, denominato "Microsoft Entra".
Microsoft lancia "Entra" per la gestione dell'identità online, un pacchetto di soluzioni e software per garantire accesso sicuro alle reti.

**Per Messenger, arriva la scheda "chiamate" su iOS e Android. L'obiettivo è spingere le persone a usare l'app per telefonare. La sezione terrà traccia di ogni chiamata effettuata o ricevuta nell'app e renderà più semplice usare il client per entrare in contatto con i propri amici, quasi come su WhatsApp. L'idea di Meta è infatti quella di spingere le persone a utilizzare maggiormente Messenger per telefonare, al di là delle funzionalità di chat testuale.
Secondo il gruppo, negli ultimi due anni, complice anche la pandemia, sia le chiamate audio che quelle video su Messenger sono aumentate del 40%, con 300 milioni di telefonate effettuate ogni giorno. L'app ha introdotto per la prima volta le chiamate vocali nel 2013 e, con la scheda odierna dedicata, compie un ulteriore passo in avanti come hub di comunicazione completo. Nel settore delle app di messaggistica gratuite, Messenger ha una lunga lista di concorrenti, tra cui Google Voice, Viber, Signal e la stessa WhatsApp, che Meta ha acquistato nel 2014. Tra le tante, Messenger rimane una delle poche, oltre a FaceTime di Apple, a non richiedere un numero di telefono in fase di registrazione per funzionare.
C'è tuttavia da notare che proprio alcuni mesi fa, l'app è stata presa di mira dagli hacker con il lancio di un messaggio mascherato come link a youtube. Dunque è sempre bene aggiornarla tramite il playstore.



« top





AGGIORNAMENTO 1 GIUGNO 2022


Nuova truffa con WhatsApp che sfrutta metodi più "comunicativi"anzichè tecnici.
I cyber criminali stanno sfruttando dei codici per farsi passare il controllo del profilo dell'app di chat dalle vittime, senza che queste se ne accorgano. Il sistema sfrutta i codici comuni che chiunque può abilitare sul telefono per l'inoltro delle chiamate e degli sms, in caso di linea occupata. Invitando le persone a digitare le stringhe **67* e *405* seguite da un numero a 10 cifre, si attiva l'arrivo delle telefonate ed sms sul numero indicato dopo i codici, bypassando quello in possesso. Uno stratagemma valido solo quando il numero principale, a cui si è registrati con WhatsApp, è impegnato in una telefonata, come quella con l'autore della frode. A quel punto, l'hacker esegue un nuovo processo di registrazione dell'account WhatsApp con il numero della vittima. Il codice di conferma arriverà sulla sim inserita dopo i codici, così da finalizzare l'operazione di furto del profilo. L'hacker può completare la procedura, scollegare l'account della vittima e iniziare a usarlo in proprio. Stando alla ricerca ultimata in questo campo, l'obiettivo dei criminali è chiedere denaro  facendo finta di essere davvero un amico o un parente.


--Notizia curiosa per gli ambientalisti.
In un anno le cinque principali compagnie di tecnologie, Facebook, Amazon, Apple, Netflix e Google, hanno consumato una quantità di energia, pari a quasi 50 milioni di megawattora, più elevata del Portogallo (48 milioni megawattora) e della Grecia (46  milioni megawattora), quasi come la Romania (50 milioni megawattora).
Dal 2018 al 2020 il consumo di energia dei cinque colossi americani quotati al Nasdaq è quasi triplicato, passando da
16 a quasi 50 milioni megawattora. E' quanto emerge da un recente studio  che ha analizzato i bilanci di sostenibilità delle Faang (Facebook, Apple, Amazon, Netflix, Google), presentato dall'agenzia di digital marketing, AvantGrade.com, in vista della Giornata Mondiale dell'Ambiente. Dal report  emerge anche che le 5 aziende tecnologiche hanno emesso 98  milioni di tonnellate di CO2, più di tutta la Repubblica Ceca (92 tonnellate), con un aumento aggregato delle emissioni totali del 17% dal 2018 al 2020. Tra le cinque aziende spiccano tuttavia "dei segnali positivi di riduzione della CO2 di Apple e Google - spiega lo studio -, grazie al maggior peso delle fonti energetiche rinnovabili e alla ricerca attiva di efficienza energetica nei loro data center". Si ricorda infatti che Internet produce emissioni di CO2 sia per le modalità poco efficienti di realizzare siti web e app, sia per i combustibili fossili che alimentano i data center. Se Internet fosse una nazione - secondo il Global Carbon Project - sarebbe la quarta più inquinante al mondo.


--Si avvicina per Apple il momento di scendere in campo con i visori per il metaverso.
La società Realityo Systems, collegata ad Apple, ha registrato il marchio "RealityOs" presso l'ufficio dei brevetti americano.
Il nome è da tempo associato al primo sistema operativo del colosso americano per questa nuova realtà online. Il marchio è stato depositato l'8 dicembre 2021 per categorie come "periferiche", "software" e, soprattutto, "hardware per computer indossabile". Entro giugno potrebbe essere annunciato il nuovo nome del sistema operativo che potrebbe essere stato depositato da qualunque azienda. Se all'evento in partenza il 6 giugno è probabile che Apple anticipi qualcosa di "rOs", sembra lontana secondo gli analisti l'eventualità di vedere già i dispositivi per il metaverso. Secondo alcune indiscrezioni, l'azienda starebbe lavorando su due prodotti: un paio di occhiali di realtà aumentata e un visore per realtà mista. Entrambi sarebbero già stati presentati al consiglio di amministrazione dell'azienda in vista di un lancio futuro atteso tra fine 2022 e il 2023.


--Nell'anno in cui Apple celebra 40 anni in Italia, una nuova ricerca evidenzia il successo globale e la crescita occupazionale degli sviluppatori di app iOs, il sistema operativo degli iPhone. Negli ultimi due anni i guadagni di sviluppatori e sviluppatrici sono aumentati in modo significativo. In particolare in Italia, nel corso del 2021, lo sviluppo di app per iOs ha generato più di 85.000 posti di lavoro e aiutato le piccole imprese ad avere un migliore sbocco commerciale. Si tratta di risultati che riflettono una tendenza simile anche a livello europeo, dove il settore è cresciuto fino a impiegare 2,2 milioni di persone, con un aumento del 7% rispetto all'anno precedente.
Grazie all'App Store Foundations Program, Apple ha offerto supporto ad oltre 50 sviluppatori e sviluppatrici italiani, con un aumento di quasi il 50% sin dal lancio nel 2018.

"Milioni di persone usano le app create da sviluppatori e sviluppatrici italiani di talento per vivere, lavorare e giocare.  Un'ulteriore analisi del Progressive Policy Institute sottolinea come negli ultimi due anni un numero sempre maggiore di aziende abbia raggiunto i propri clienti in modo innovativo grazie alle app. Una tendenza più rilevante che mai durante le restrizioni dovute al Covid, quando sviluppatori e sviluppatrici hanno aiutato le persone, con le loro app, a trovare modi nuovi per divertirsi, collaborare con colleghi e colleghe, far emergere la propria creatività e rimanere in contatto con amici e familiari.


« top



APPENDICE SUL SALONE DEL LIBRO 2022 A TORINO


Dal 19 al 23 maggio 2022 torna il Salone Internazionale del Libro di Torino nei tradizionali padiglioni di Lingotto Fiere, oltre che negli spazi dell'attiguo  Centro Congressi.

Presentata in conferenza stampa la 34esima edizione con largo anticipo alla presenza di giornalisti, presidenza della regione Piemonte, del comune di Torino e delle massime autorità in campo culturale. Fra cui ovviamente Nicola Lagioia, Direttore del Salone Internazionale del Libro di Torino.

E sono le stesse organizzazioni sopra citate, che insieme a sponsor, e altre istitizioni, ne promuovono lo svolgimento, tra cui spicca senz'altro oltre il ministero della cultura, dell'Istruzione.  anche l'Istituto per il Commercio Estero e della Farnesina.

"Cuori selvaggi" ovvero turbolenze e speranze del nostro tempo, è il tema dell‘edizione 2022 del Salone del Libro, un fil rouge che accompagnerà gli appuntamenti, le conversazioni, gli spettacoli, le letture, i concerti.

Uteriore crescita, per 10mila metri quadri del settore espositivo, che passa a 110mila metri quadrati. Che ne fa la seconda fiera del libro più importante insieme a Francoforte.

Singolare per questa edizione la creazione della

"Casa della Pace", uno spazio apposito di dialogo,  in un momento storico complesso, relativo all'Ucraina, segnato da una violenza e una conflittualità che si credevano superate in Europa; e dove tutti i soggetti ivi impegnati potranno interagire col pubblico.

Il Bosco degli Scrittori, è un anfiteatro naturale di
200 metri quadri dove ci saranno presentazioni e dibattiti legati ai temi ambientali del nostro tempo.

Spazio ai Podcast e gli Audiolibri, con la partecipazione dei massimi operatori del settore fra cui Amazon, Audible, SalTo LIve, Ticket to read, nonchè un giardino sonoro di Chora Media.

Non mancano iniziative estemoranee con un torneo di biliardino a scopo benefico per finanziare le ricerca sul Cancro. E anche uno spazio per la lettura dei Tarocchi.

Quest'anno il Salone del Libro di Torino si è inaugurato con un concerto all'Auditorium RAI Arturo Toscanini e in collaborazione con Radio Tre della RAI, con la voce di Mariangela Gualtieri, lo scrittore indiano Amitav Ghosh, il trombettista Paolo Fresu e il pianista Uri Caine.

Descrivere l'enormità degli eventi in programma è pressochè impossibile.

Spicca l'intervento inaugurale di Maria Falcone che racconterà agli studenti la vita del fratello Giovanni assassinato 30 anni fa.

Presenti al Lingotto:

Dagli Stati Uniti: Miranda Cowley Heller con Il palazzo di carta (Garzanti), bestseller del New York Times; 

Jennifer Egan con la sua ultima opera La casa di marzapane (Mondadori);

Joe R. Lansdale per presentare Moon Lake (Einaudi Stile Libero);

ma anche la statunitense naturalizzata canadese Ruth Ozeki autrice de Il libro della forma e del vuoto (Edizioni e/o);

e ancora l’antropologo digitale Frank Rose autore de ll mare in cui nuotiamo  Guida pratica al pensiero narrativo (Codice Edizioni)

e il premio Nobel per l’economia Joseph E. Stiglitz in collaborazione con Einaudi.

Previsti anche videoconferenze con scrittori dall'estero.

In presenza invece

Dal Giappone, per la prima volta in Italia, arriverà Toshikazu Kawaguchi per presentare Il primo caffè della giornata (Garzanti); mentre dalla Cina ci sarà Mu Ming autrice di Il sole cinese (Future Fiction).


Ma tanti tanti altri da Paesi Europei e extraeuropei.

Grazie alla collaborazione con Frankfurter Buchmesse e Goethe-Institut, saranno al Salone dalla Germania: l’autrice per bambini e ragazzi Martina Wildner con il suo Jo la fuoriclasse (La Nuova Frontiera Junior); il giallista Harald Gilbers con Il ponte aereo per Berlino. Il commissario Oppenheimer e l’indagine tra Est e Ovest (Emons Edizioni);

Sarà ospitato al Lingotto un panel a cui prenderanno parte i due autori romeni Mircea Crtrescu e Ioana Pârvulescu in compagnia dello storico dell’arte Victor I. Stoichita; l’evento è in collaborazione con l’Istituto Romeno di Cultura e Ricerca Umanistica.

Grazie al Premio Mondello Internazionale, curato e promosso per conto del Comune di Palermo dalla Fondazione Sicilia in collaborazione con Fondazione Circolo dei lettori e Salone Internazionale del Libro, arriverà a Torino anche Annie Ernaux, pubblicata in Italia dalla casa editrice L’orma, con le traduzioni di Lorenzo Flabbi.


-Saranno presenti a Torino anche i finalisti del Premio Strega Europeo.

Ma inutile dire che sarà forte la presenza di quasi tutti gli scrittori italiani oggi attivi.

Ci sarà anche il momento per le celebrazioni, uno per Elsa Morante e Beppe Fenoglio.

Uno celebrativo anche della casa editrice di fantascienza Fanucci. Marsilio che festeggia 60 anni, Gallucci che ne compie 20,

Sui temi di attualità, ci saranno dei reportages in formato audio, tra cui uno di Annalisa Camilli sull'Ucraina, ma anche la presenza di Dario Fabbri sul podcast RAI "imperi".

Ancora un podcast promosso dal quotidiano "La Stampa" riguardo l'Ucraina di Helena Janeczek in dialogo col suo direttore Massimo Giannini.

E parlando di libri, non poteva mancare Filosofia, Religione Scienza. Tra cui spicca la partecipazione di Alessandro Barbero e Massimo Cacciari. E un evento celebrativo su Gino Strada. L'Unione Editori e Librai Cattolici italiani scenderà in campo per ricordare tre importanti figure spirituale del '900: Dietrich Bonhoeffer, Oscar Romero, e dell'attivista tedesca antinazista Sophie Scholl.


A Lingotto anche spazio alla scienza.

E poi le Arti che si contaminano, dal cinema, alla musica, allo sport. E di cui infatti saranno presenti numerosi quali registi, attori, atleti. Compresi alcuni dei vincitori del David di Donatello. E si parlerà anche di fumetti.

E editoria Specializzata per Bambini e i loro diritti. Di Editoria scolastica.

In questo caso con temi specifici, come l'incontro con lo scrittore e divulgatore olandese Marc ter Horst con Palma al Polo Nord: su Perché il clima sta cambiando (Editoriale Scienza). Insieme a una infinita sfilza di autori per ragazzi. O anche iniziative singolari sulla ludolinguistica. E i concorsi per le scuole. E l'immancabile Geronimo Stilton.

Novità del 2022: TikTok porterà al Salone del Libro #booktok, il trend da quasi 50 miliardi di visualizzazioni per raccontare e far raccontare alla community la passione per i libri.

E insieme a loro ci saranno anche i book blog.

Spazio anche alle diversità col Premio Fuori! dedicato al tema dell'omosessualità.

Per i giovani oltre i fumetti, è prevista la partecipazione del youtuber Barbascura X E numerosi altri.

E uno spazio apposito sugli audio libri.

E ovviamente oltre a conferenze, dibattiti, presentazioni e videoconferenze, non mancheranno a Torino anche le Mostre. Con i Silent Book, che racconteranno delle storie attraverso delle immagini, con lavori di artisti provenienti da 41 Paesi.

Poi i gruppi di lettura.

I laboratori sull'Intelligenza Artificiale.

Le Università con le loro attività.

Senza dimenticare gli innumerevoli spazi per gli addetti ai lavori, ovvero editori e scrittori.

Dove oltre il già citato emergente settore degli audiolibri, spicca quello del selfpublishing.

Insomma a Lingotto di Torino, per celebrare il libro non solo, ma anche tutta la cultura a livello mondiale.

Non dimenticando purtroppo che gli indici di lettura in Italia sono molto bassi. SI comprano e si leggono pochi libri. Situazione ancora più nera per i quotidiani in formato cartaceo.

Varrebbe la pena di elogiare di più manifestazioni come quelle di Torino, ma purtroppo segnaliamo che in Italia se ne fanno sempre di meno. Sarebbe invece molto più semplice, visto gli ingranaggi ben oliati di Torino, esportare direttamente questa in tutta Italia, facendola percorrere e diventare una rassegna itinerante in tutte le principali città italiane. Sarebbe meno dispersivo, e meno faticoso per i relatori che vorrebbero parteciparvi.




« top








AGGIORNAMENTI 25 MAGGIO 2022



70 ANNI DAL PRIMO COMPUTER IBM
Settant'anni fa, Thomas Watson Jr., presidente della IBM, svelò durante una riunione con gli azionisti che la sua azienda stava costruendo "il computer ad alta velocità più avanzato al mondo". Si chiamava Ibm 701 e la compagnia ne produsse 19 esemplari. Conosciuto con il nome in codice di Defense Calculator, fu il primo calcolatore commerciale di Ibm, in grado di eseguire 2.000 moltiplicazioni e circa 17.100 addizioni e sottrazioni al secondo. Il sistema utilizzava circuiti logici a valvole e memoria elettrostatica, composta da 72 tubi Williams con una capacità di 1024 bit ciascuno, per una memoria totale di 2048 parole di 36 bit ciascuna. Ognuno dei 72 tubi Williams aveva un diametro di tre pollici. Con un canone di affitto di 16.000 dollari al mese, la prima unità fu installata proprio nel 1952 presso la sede centrale di Ibm a New York City, in sostituzione del modello Ssec, sigla di Selective Sequence Electronic Calculator. Il 701 arrivava smontato in undici pezzi, tra cui due unità di memoria elettrostatica e tre unità di alimentazione e distribuzione. Il 701 fu il preludio alla tecnologia di Ibm chiamata Ramac, un disco magnetico da agganciare al calcolatore, che permetteva di leggere i dati molto più velocemente, come i nostri odierni hard disc.  

--Tiktok sta conducendo una serie di test per introdurre i giochi nelle chat, con lo scopo diaumentare il tempo di permanenza sulla piattaforma, che è il cruccio di tutte le piattaforme e social. La notizia, lanciata da Reuters online, rappresenterebbe una svolta di mercato importante per l'app che, da mesi, sente la pressione della concorrenza di Meta e Instagram. Secondo recenti stime TikTok ha raggiunto 1,2 miliardi di utenti attivi mensili alla fine del 2021 e prevede di arrivare a 1,5 miliardi entro la fine del 2022.
Un test del progetto videogiochi sarebbe stato condotto, per ora, in Vietnam, paese dove l'uso dell'applicazione è molto elevato, con il 70% dei cittadini di età inferiore ai 35 anni. Stando a Reuters, la società ha iniziato a sperimentare i giochi nelle chat sfruttando la tecnologia HTML5, che ha velocemente sostituito la programmazione Java nel fornire contenuti dinamici a siti web.
Nel
2021, l'azienda ha acquisito lo studio di giochi Moonton Technology con sede a Shanghai, raggiungendo un accordo con Tencent, la più grande tech company cinese e tra le prime cinque al mondo. L'incursione di TikTok nel mondo dei videogame rispecchia gli sforzi simili compiuti da altri colossi, che cercano di fidelizzare gli utenti aprendosi a nuovi sbocchi commerciali. In tal senso c'è da ricordare che proprio Meta ha lanciato Instant Games su Facebook nel 2016 mentre, più di recente, Netflix ha aggiunto alla sua piattaforma di streaming un catalogo di titoli a cui giocare dai dispositivi Android supportati.


--Xiaomi il colosso tecnologico con sede a Pechino avvierà una "cooperazione strategica a lungo termine"con il produttore tedesco di fotocamere Leica. Il tutto finalizzato alla produzione di uno smartphone in uscita a luglio, probabilmente lo Xiaomi 12 Ultra. La conferma arriva dopo vari rumors, che volevano invece la fine della partnership tra Leica e Huawei, che aveva portato negli anni al lancio di vari telefonini top di gamma del gruppo, ancora sotto il ban degli Stati Uniti, con funzionalità fotografiche derivate direttamente dall'esperienza del marchio specializzato. Poche le informazioni fornite da Xiaomi circa il nuovo smartphone, che potrebbe inglobare ilprocessore mobile di Qualcomm, lo Snapdragon 8 Plus Gen. Il Ceo di Xiaomi, Lei Jun,  ha confermanto che "il primo smartphone con un comparto top gamma sviluppato congiuntamente sarà lanciato ufficialmente a luglio di quest'anno". La collaborazione tra brand di telefonia e di fotografia non è nuova: nel 2016 Huawei aveva avviato una partnership proprio con Leica, che in seguito ha stretto accordi anche con Sharp. Poi è stata la volta di Oppo e  OnePlus, che hanno unito le forze con Hasselblad mentre Vivo aveva scelto Zeiss, un nome noto per la fornitura di elementi fotografici a tanti cellulari Nokia del passato.


--Dopo i ransomware, c'è un altro pericolo informatico che si sta diffondendo.
Sono i cryware, una nuova forma di attacco che prende di mira di portafogli di criptovalute. A lanciare l'allarme un report del team sicurezza di Microsoft, che spiega come sono numerosi i furti avvenuti e che la minaccia sarà sempre più concreta nei prossimi mesi. Per cryware si intendono diversi tipi di attacchi che prendono di mira i portafogli di moneta elettronica come ad esempio i cryptojacker, che drenano risorse energetiche del dispositivo della vittima per produrre moneta virtuale, ma anche i ClipBanker, che rubano valuta digitale durante le transazioni. Sfortunatamente per gli utenti, in caso di furto il danno risulta irreversibile in quanto le transazioni blockchain non possono essere modificate anche se sono effettuate senza il consenso dell'utente legittimo.



« top





AGGIORNAMENTI 18 MAGGIO 2022


FLESSIONE NEGLI ACQUISTI DEI CELLULARI IN ITALIA
Dopo i dati di  Canalys, secondo cui il mercato degli smartphone ha subito una flessione tra il 9% e l'11% a livello globale nei primi tre mesi del 2022, la situazione sarebbe anche più preoccupante. L'ultimo report di una agenzia privata, sul settore mobail  racconta di una flessione del 16% nelle spedizioni, declinato in un -4% in Italia. La flessione più considerevole è in Russia (-30%) dove la crisi del conflitto in Ucraina ha bloccato molte spedizioni e, in proporzione, le mire di acquisto da parte dei consumatori. I numeri degli analisti si riferiscono al volume di dispositivi spediti dai produttori ai distributori, catene e negozi online, e non alla spesa da parte degli utenti, che potrebbe essere anche minore dell'effettiva disponibilità sugli scaffali. A dominare la scena sarebbe ancora Samsung, il primo marchio in sette dei quindici Paesi presi in considerazione dalla ricerca, Italia inclusa. Gli altri sono Spagna, Corea del Sud, Sud Africa, Messico, India e Brasile. "I 15 paesi monitorati dal rapporto hanno rappresentato un totale del 60% delle spedizioni globali di telefoni nel primo trimestre del 2022"."I primi 5 fornitori di telefoni sarebbero Samsung, Apple, Xiaomi, Oppo e vivo hanno rappresentato quasi 6 telefoni su 10 spediti nel primo trimestre del 2022". Il calo generalizzato, come affermano gli analisti, si deve alle tensioni geopolitiche, ai problemi di fornitura associati alla carenza di componenti, alle interruzioni di assemblaggio in molti paesi, difficoltà di spedizione e all'aumento dell'inflazione. Tra i mercati analizzati, solo quello canadese e il sudafricano riportano un aumento delle spedizioni.


**Considerando la "recrudescenza delle campagne di attacco degli ultimi giorni sui siti nazionali rivendicati da attori di matrice russa e il possibile passaggio a campagne di attacchi più complesse", il Csirt (il team di risposta dell'Agenzia per la cybersicurezza nazionale) ha individuato 71 vulnerabilità che "dovrebbero essere risolte con urgenza e in via prioritaria all'interno di un processo di gestione del rischio da parte degli operatori più esposti (inclusi i gestori di infrastrutture critiche)".
Queste vulnerabilità, evidenzia il Csirt, "risultano quelle maggiormente utilizzate nell'ambito delle campagne di attacco pubblicamente attribuite ad attori malevoli legati alla Federazione Russa in 18 diversi riferimenti pubblici".
L'alert fornisce un'analisi ed elenca le tattiche, tecniche e procedure utili, tra l'altro, ad ottenere l'accesso iniziale e muoversi lateralmente all'interno dell'infrastruttura vittima, nonché le relative azioni di mitigazione, "la cui implementazione si rende ancor più necessaria alla luce della situazione internazionale in atto".
La maggior parte delle vulnerabilità "sono sfruttate dagli attori malevoli per ottenere l'accesso iniziale ai sistemi target e sono relative prevalentemente a servizi infrastrutturali, di accesso remoto o di networking". Gli attacchi cibernetici - rivendicati dal gruppo filorusso 'Killnet' - che a partire da mercoledì scorso hanno colpito siti istituzionali e non (incluso il Senato italiano tra gli altri), sono stati di tipo Distributed denial of service (Ddos) e "non intaccano la integrità e la confidenzialità delle informazioni e dei sistemi colpiti a differenza, ad esempio, di un attacco di tipo ransomware". Lo comunica l'Agenzia per la Cybersicurezza nazionale che, sul sito dello Csirt Italia (il Team di risposta dell'Agenzia), descrive il funzionamento dell'attacco ed individua alcune misure di mitigazione applicabili. 


**Google anticipa un prototipo di occhiali intelligenti che traducono le lingue in tempo reale. A presentarlo il Ceo di Big G, Sundar Pichai, mostrando un video durante il vertice degli sviluppatori I/O di Google: indossando gli occhiali che usano la realtà aumentata si potrebbe capire cosa sta dicendo un'altra persona semplicemente leggendo i sottotitoli che vengono presentati attraverso le lenti mentre questa parla. Non e' ancora chiaro tuttavia se il prodotto arrivera' mai sul mercato, nè c'è un nome del progetto. L'azienda comunque si è avventurata per la prima volta sulla strada verso gli occhiali intelligenti un decennio fa, ma i Google Glass non erano interessanti per la maggior parte dei consumatori a causa del lancio limitato, dei prezzi iniziali elevati e dei problemi di privacy. Google, tuttavia, sembra voler continuare in quella direzione e nel
2020 ha acquisito North, un'azienda sostenuta da Amazon che produceva occhiali intelligenti.


**La Corte d'appello degli Stati Uniti per il quinto circuito ha sospeso l'ingiunzione temporanea sulla controversa legge HB
20 a cui un precedente tribunale aveva bloccato l'entrata in vigore lo scorso anno. Si tratta della possibilità, per gli iscritti ai social network, di citare in giudizio la piattaforma se questa censura post o ne sospende il profilo per ragioni politiche. Il primo sostenitore della legge è stato Donald Trump, bannato da Twitter a gennaio del 2021. Nei giorni scorsi Elon Musk avevano affermato che era stato un errore bannare il tycoon dal microblog. La legge HB 20 interessa tutti i servizi web che hanno più di 50 milioni di iscritti mensili attivi e si basano principalmente sui contenuti generati dagli utenti. Ciò include reti come Facebook ma anche molti siti e app più piccole. La norma applica anche regole specifiche ai provider di posta elettronica. I gruppi commerciali dell'industria tecnologica erano riusciti a bloccare la legge in tribunale nel 2021. Una vittoria annullata dalla Fifth Circuit Court of Appeals. I critici della mossa politica tirano in ballo il Primo Emendamento: "La legge del Texas viola il Primo Emendamento della costituzione americana perché obbliga i social media a pubblicare discorsi a cui non vogliono dar seguito. Peggio ancora, la decisione darebbe al governo un ampio potere di censurare e distorcere il discorso pubblico" ha affermato Scott Wilkens, avvocato senior del Knight First Amendment Institute come riporta The Verge.



« top





AGGIORNAMENTI 11 MAGGIO 2022



NUOVE FUNZIONI NEGLI AGGIORNAMENTI WHATSAPP
Emergono nuovi dettagli sulla funzione multi dispositivo di WhatsApp, che permetterà di usare lo stesso numero su più divice.Si tratta di una delle funzionalità più richieste e attese di WhatsApp orama in dirittura d'arrivo. L'opzione "multi-dispositivo" su Android, consentirà di sincronizzare chat e contenuti multimediali scambiati. E' stata già divulgata la schermata di avvio di Companion Mode, con cui collegare più telefoni al proprio account. "La modalità Companion ti permette di collegare questo dispositivo ad un account WhatsApp registrato sul tuo telefono" si legge.  "Passare alla modalità Companion comporterà il logout dal tuo account corrente di WhatsApp. Questa operazione cancellerà tutti i dati di WhatsApp salvati in locale, inclusi i tuoi messaggi e i file multimediali. Puoi effettuare il backup dei dati per il tuo profilo corrente utilizzando il backup di Google Drive".


**Prendersi una pausa dai social media rende più felici. Prendersi una pausa dai social media fa bene alla salute e aumenta il senso di benessere. A dimostrarlo è uno studio coordinato dall'Università di Bath e pubblicato sulla rivista Cyberpsychology, Behavior and Social Networking, che ha chiesto a un gruppo di persone tra i 18 e i 72 anni (età media 29) di sospendere l'uso dei social per una settimana. Per alcuni partecipanti questo ha significato guadagnare circa nove ore di tempo per sé, che altrimenti avrebbe passato su Instagram, Facebook, Twitter e TikTok. 
Lo studio ha coinvolto 154 persone che trascorrevano in media sui social 8-9 ore a settimana. Dopo avere misurato i livelli di depressione, ansia e benessere di tutti i partecipanti, ad alcuni di loro è stato chiesto di sospendere l'uso dei social per 7 giorni o ridurlo drasticamente a pochi minuti. Una settimana dopo, i ricercatori hanno osservato differenze significative tra i punteggi per benessere, ansia e depressione del gruppo senza social e quelli del gruppo di controllo. In particolare, in termini di benessere, il gruppo che aveva sospeso l'uso dei social registrava 4,9 punti in più degli altri, mentre i livelli di depressione e ansia erano scesi rispettivamente di 2,2 punti e di 1,7 punti.



**Apple, Google e Microsoft rivoluzionano la sicurezza digitale. Tra un anno, forse due, le password saranno solo un lontano ricordo.
In un mondo digitale dove "123456" è ancora la chiave alfanumerica più utilizzata per accedere ad app e servizi, i big dell'hi-tech sembrano aver trovato una soluzione per rendere il contesto più sicuro. Apple, Google e Microsoft, di norma concorrenti nel settore dell'informatica con i loro prodotti e software, hanno unito le forze per sviluppare una piattaforma unica che porterà una vera rivoluzione nel settore della tecnologia. Basterà infatti solo lo smartphone per entrare nel profilo social o conto bancario, app di posta elettronica e quant'altro, grazie ad un sistema unico di login, basato sullo standard sviluppato dalla Fido Alliance, un consorzio di aziende che lavora su protocolli di sicurezza. Uno scenario, quello della debolezza nell'uso delle password tradizionali, che mai come oggi necessita di un cambio di passo importante verso metodi più semplici e veloci di protezione delle credenziali. Basti pensare che secondo il rapporto annuale di Verizon sulle violazioni dei dati informatici, l'80% di queste è stato causato da password insicure e deboli,  In occasione del "Password Day" del 5 maggio, l'azienda NordPass che in portafoglio ha anche un gestore di password, ha ricordato come in Italia, nel 2021, la più utilizzata sia stata ancora "123456", seguita da alcune varianti e dall'intramontabile "qwerty" e "000000".


**Alcune societa' cinesi hi-tech si stanno silenziosamente ritirando dal mercato russo sotto la pressione delle sanzioni e dei fornitori Usa, nonostante l'invito di Pechino alle aziende a resistere alla coercizione occidentale. Lo scrive il Wall Street Journal.
Tra le compagnie che, senza fare annunci pubblici, hanno ridotto le spedizioni in Russia - dove le societa' del Dragone dominano il mercato per molti prodotti - ci sono il colosso dei pc Lenovo e il produttori di smartphone e gadget Xiaomi-


**Dal 19 al 23 maggio al Lingotto Fiere di Torino. La trentacinquesima edizione del Salone Internazionale del Libro di Torino si aprirà giovedì 19 maggio con la lectio inaugurale dello scrittore indiano Amitav Ghosh, in collaborazione con Neri Pozza.
In contemporanea, nell'Arena Bookstock, si terrà l’inaugurazione del Bookstock, lo spazio dedicato ai giovani lettori, con l’intervento di Maria Falcone, che racconterà agli studenti le battaglie e il lascito morale del fratello Giovanni a 30 anni dal suo assassinio.
Il programma è online,è disponibile sul sito
www.salonelibro.it




« top




AGGIORNAMENTO 4 MAGGIO 2022

Microsoft aggiungerà una Vpn, un servizio di rete privata virtuale, al suo browser Edge
Con l'obiettivo di migliorare la sicurezza e la privacy degli utenti.
Lo ha rivelato la stessa azienda che ha spiegato come la "Edge Secure Network" sarà basata su Cloudflare, società americana che si occupa di traffico di rete e diffusione di contenuti via web. Proprio negli ultimi mesi le Vpn sono divenute essenziali per dare ai cittadini russi l'opportunità di accedere a siti e app in maniera sicura a causa delle censura nel Paese. La stessa cosa succede, da anni, in Cina dove esiste il 'Great Firewall' per i servizi Internet.Con l'uso di una rete privata completa si può "mimare" l'origine della propria connessione da una nazione diversa da quella in cui ci si trova, così da aggirare le restrizioni. Quando è attivata, la Edge Secure Network di Microsoft assicura il traffico web in modo che i provider di servizi internet non possano raccogliere informazioni di navigazione private, come la lettura di cartelle cliniche o di forum di attivisti contro regimi autoritari. Come afferma l'azienda, la nuova funzionalità consente agli utenti di nascondere la propria posizione, utilizzando un indirizzo IP virtuale per visitare contenuti bloccati e limitati geograficamente. Essendo gratuita, la Vpn del colosso di Redmond prevede un utilizzo dati massimo di 1 giga al mese, con la necessità di registrarsi con un account Microsoft al primo accesso. La concorrenza già offre reti private virtuali nei vari browser. Opera ha optato per una Vpn gratuita mentre Mozilla e Google, come Microsoft, propongono opzioni a pagamento.



--Abbiamo lanciato un programma da 800 milioni di euro per formare, entro il 2025, 650 mila insegnanti non solo sull'uso del digitale ma anche sull'educazione all'uso del digitale da parte dei ragazzi. Poichè molti ragazzi oggi rischiano di essere prigionieri del loro telefonino e questo non è possibile". Lo ha detto il ministro dell'Istruzione Patrizio Bianchi. Il ministero,  ha aggiunto Bianchi - sta lavorando da molto tempo sul Pnrr. Dove sta facendo grossi interventi di tipo edilizio perché ci sono troppe differenze nel nostro paese e, dall'altra parte, intervenendo sulle competenze, quelle degli insegnanti e dei ragazzi.

--Intel, tra i principali produttori di semiconduttori al mondo, ha rivisto le sue previsioni circa la durata della carenza di chip. Se in un primo momento, l'azienda aveva parlato del 2023 come ultimo periodo prima di una ripresa del settore, adesso sposta la scadenza al
2024. In un'intervista alla Cnbc, Gelsinger amministratore della INTEL,  ha affermato che la crisi globale dei chip potrebbe trascinarsi fino ad almeno la fine del 2024 per "le carenze che oggi colpiscono le apparecchiature e gli impianti produttivi, duramente messi alla prova dalla pandemia. L'azienda aveva annunciato a marzo un investimento da 33 miliardi di euro per i siti di produzione europei. Ma Google e Apple, mostrano un calo del 13% nei ricavi inerenti l'ultimo trimestre. Una riduzione che, si deve a vari fattori, dal perdurare delle difficoltà nelle catene di fornitura asiatiche alla minor richiesta di Chromebook da parte delle scuole e al passaggio di Apple ai chip M1. I processori prodotti internamente dal colosso di Cupertino hanno infatti sostituto, quasi del tutto, l'hardware che in precedenza Intel forniva in qualità di partner alla Mela. 

--Un attacco hacker ha colpito dalle tre, del primo maggio i presidi ospedalieri e territoriali dell'Asst Fatebenefratelli Sacco, ovvero dell'azienda ospedaliera. Da Regione Lombardia spiegano che data l'entità dell'attacco non si sa quando saranno ripristinati i sistemi. Di conseguenza i pronto soccorso e i punti prelievo dei presidi ospedalieri dell'Asst Fatebenefratelli Sacco (Fatebenefratelli, Sacco, Buzzi e Melloni) saranno in grado di accettare gli accessi dei pazienti in maniera limitata e solo attraverso modulistica cartacea e potranno esserci disagi per le prestazioni ambulatoriali. L'attacco hacker sui server dei siti Fatebenefratelli e Sacco ha avuto conseguenze su tutte le sedi aziendali (Buzzi, Melloni e 33 sedi territoriali) e su tutti i sistemi aziendali attaccando anche i servizi di base "nonostante l'accrescimento delle misure di sicurezza poste in essere negli ultimi mesi". E' iniziato il lavoro di ripristino che però "non ha al momento tempi definibili". I tecnici dei servizi di sicurezza informatica regionali e la polizia postale, stanno ora conducendo delle indagini.



« top






AGGIORNAMENTO 20 APRILE 2022


Lo spazio alle notizie, è rimandato alla settimana prossima, per le consuete
feste pasquali.



« top



AGGIORNAMENTO 13 APRILE 2022


Durante il Festival Internazionale di Giornalismo, svoltosi dal 6 al 10 aprile a Perugia,
Google ha annunciato la prima Google News Initiative Innovation Challenge per l'Europa, con l'obiettivo di sostenere alcune piccole e medie organizzazioni che lavorano nel campo dell'informazione, portando innovazione nel settore. L'Innovation Challenge è rimasta aperta a tutti gli editori tradizionali, editori di testate online, startup del mondo dell'informazione, collaboratori e liberi professionisti con sede in Europa, a cui saranno destinati congrui finanziamenti. Questo nuovo programma segue la precedente iniziativa per l'Europa, il Digital News Innovation Fund. Il Fondo DNI ha sostenuto 662 ambiziosi progetti nel settore del giornalismo digitale, che spaziano dal fornire ai giornalisti investigativi strumenti per collaborare oltre confine, alla creazione di software open source per supportare i modelli di business del giornalismo indipendente a crescere, all'utilizzo della realtà virtuale per aiutare le persone a sviluppare maggiore empatia verso gli altri.



**Microsoft ha interrotto alcuni cyberattacchi di un gruppo hacker legato all'intelligence russa che voleva infiltrarsi nei media ucraini.
Lo riferisce Microsoft che, dopo aver ottenuto un ordine della giustizia, ha assunto il controllo di sette domini internet che il gruppo Strontium stava usando per i cyberattacchi. Il gruppo di hacker, conosciuto per aver tentato di infiltrarsi nel Democratic National Committee nel 2016, stava anche puntando a "istituzioni e think tank di politica estera negli Stati Uniti e in Europa", mette in evidenza Microsoft.


**Pinterest ha annunciato una nuova politica che vieta agli utenti di postare sulla piattaforma contenuti di disinformazione sul clima.
Il social network, che si basa sulla condivisione di fotografie, video e immagini, anche scovati in rete, tramite 'pin', ha deciso di prendere una posizione netta contro le fake news a tema ambientale. La novità arriva nel mese in cui si celebra la Giornata mondiale della Terra, il 22 aprile. Essendo parte integrante delle linee guida per la community sulla disinformazione, la policy sulla disinformazione sul clima prevede la rimozione dei contenuti che potrebbero danneggiare "il benessere, la sicurezza o la fiducia del pubblico" ha spiegato l'azienda. Ad esempio post che negano l'esistenza o l'impatto del cambiamento climatico, l'effetto dell'uomo sul cambiamento climatico o il fatto che il cambiamento climatico sia avvalorato dalla comunità scientifica. Contenuti falsi o fuorvianti sulle soluzioni atte a contrastare il cambiamento climatico, che risultano in contraddizione con il parere della comunità scientifica, o che distorcono i dati scientifici, come omissioni o selezioni parziali, al fine di minare la fiducia nella scienza e negli esperti. Ma anche condivisioni di elementi che minimizzano situazioni di emergenza per la sicurezza pubblica, tra cui disastri naturali e condizioni meteorologiche estreme. I trasgressori possono incorrere ad una censura temporanea del loro account fino ad un ban definitivo.


**Elon Musk ha rinunciato al suo posto nel consiglio di amministrazione di Twitter, di cui è il maggiore azionista. Lo ha annunciato il direttore generale del social network, Parag Agrawal. Elon Musk ha deciso di non unirsi al nostro consiglio", ha twittato Agrawal. "Il suo arrivo nel consiglio sarebbe diventato ufficialmente effettivo il 9 aprile, ma Elon ha fatto sapere quella stessa mattina che non si sarebbe più unito al consiglio", ha spiegato in un messaggio allo staff di Twitter, che ha condiviso sulla piattaforma. "Abbiamo e apprezzeremo sempre la partecipazione dei nostri azionisti, indipendentemente dal fatto che facciano parte del nostro consiglio o meno. Elon è il nostro maggiore azionista e rimarremo aperti alla sua partecipazione", ha aggiunto.  Musk, l'uomo più ricco del mondo, ha annunciato all'inizio di aprile di aver acquisito una partecipazione del 9,2% nel capitale di Twitter, diventandone così il maggiore azionista. Aveva precisato nel documento inviato al regolatore di Borsa che tale partecipazione era "passiva", vale a dire che non intendeva influenzare grandi decisioni strategiche. Di fatti però, di rcente Musk aveva effettuato un sondaggio sul suo profilo, per chiedere se gli utenti di Twitter volessero un pulsante "modifica", per correggere un tweet dopo la pubblicazione. Quasi 4,4 milioni di persone hanno votato e circa il 73% ha risposto "sì". La piattaforma ha quindi annunciato che stava testando questa funzionalità, che molti utenti richiedevano da anni. Difficile per lui considerarsi un azionista passivo, quando proprio un suo ultimo twit si chiedeva se la piattaforma,  che aveva numerosi account inutilizzati stesse morendo, e che ha sollevato un gran polverone fra gli utenti.




« top





AGGIORNAMENTO 6 APRILE 2022


La Russia minaccia Wikipedia con una multa di 4 milioni di rubli
per gli articoli sull'invasione in Ucraina. Roskomnadzor, l'ente russo regolatore dei media, ha chiesto alla piattaforma di rimuovere "informazioni imprecise su un'operazione militare speciale della Federazione Russa in Ucraina finalizzata alla disinformazione degli utenti russi". E' uno dei tanti tentativi di Mosca di censurare i media e di stringere il cerchio attorno alla libera enciclopedia. Il Cremlino all'inizio di marzo ha già minacciato di bloccare Wikipedia per la pagina 'Invasione della Russia in Ucraina' che, a detta di Mosca, conteneva informazioni non precise sulle vittime civili ucraine e su quelle militari russe.
La Wikimedia Foundation, a cui fa capo la piattaforma, aveva risposto che non si sarebbe fatta intimidire. L'11 marzo Mark Bernstein, blogger ed editor di Wikipedia in russo, è stato arrestato dalla polizia bielorussa con l'accusa di aver violato la legge di Mosca sulle fake news approvata dalla Duma in quei giorni, contempla multe e carcere fino a 15 anni. Wikipedia ha creato la pagina 'Detention of Mark Bernstein'. Nelle ultime settimane si è registrato un boom di download della versione russa di Wikipedia: gli utenti temono l'oscuramento della piattaforma.



**Negli ultimi 4 anni i progetti di mobilità verticale hanno ricevuto più di 6 miliardi di dollari in investimenti, i primi prototipi sono decollati per voli di prova sperimentali e sono stati presentato più di 200 veicoli elettrici a decollo e atterraggio verticale.
Si tratta di un mercato da 65 miliardi di dollari. Dall'aeroporto di Roma e da Torino il primo volo potrebbe essere nel 2025, il servizio potrebbe essere in funzione anche tra Milano e Cortina nel 2026.
Per offrire a tutti l'opportunità di utilizzare un aerotaxi con la facilità con cui chiamiamo un taxi oggi -rivela uno studio recente, del Porsche Consulting presentato al Vtm (Vehicle and Trasportation Technology Innovation Meeting) - abbiamo bisogno di una rete globale di più di 15.000 veicolo in più di 30 città.
Il nuovo servizio di trasporto pubblico potrebbe raggiungere costi competitivi con i taxi, con 44 euro per una corsa.


**Al via in tutta Italia 400 milioni di investimenti del PNRR con gli avvisi per la digitalizzazione delle P.a./pubblica amministrazione degli enti locali.
Il primo passo del mega progetto del Pnrr che, con uno stanziamento fino al 2026 di 2,65 miliardi, coinvolge oltre 22mila amministrazioni.
Si inizia dai Comuni che potranno beneficiare di circa 400 milioni per rafforzare l'identità digitale (SPID e Carta d'identità elettronica), migrare i servizi di incasso su pagoPA e attivare più servizi possibile su appIO.
A fine mese, spiega il ministero della Transizione digitale, scatterà un'altra tranche per le scuole.
Il processo, illustrato dal ministro per l'Innovazione tecnologica e la Transizione digitale Vittorio Colao, è stato realizzato attraverso l'interazione costante con Anci, Upi e Regioni. Gradualmente saranno infatti coinvolti, oltre ai Comuni, anche Regioni e Province, Asl, scuole, Università ed enti di ricerca.


**A qualche mese dal lancio del solo concetto di metaverso da parte di Meta, l'azienda madre di Facebook, a cui sono seguiti annunci simili da parte di altri colossi del settore, questa nuova dimensione comincia a prendere forma.
E l'argomento non è estraneo nemmeno agli italiani: uno su quattro, infatti, sa già di cosa si tratta e si aspetta che cambi il modo di accedere alla rete. Marchi grandi e piccoli stanno scommettendo su questo trend tecnologico di cui vedremo gli effetti, secondo gli esperti, tra 5-10 anni.
La moda, che vive prettamente di fisicità, ha organizzato la prima Fashion Week della storia su Decentraland, una delle piattaforme sulle quali si sta costruendo la nuova dimensione tecnologica, coinvolgendo brand come Dolce&Gabbana, Etro, Tommy Hilfiger. Col proposito di presentare le collezioni ma anche fare cassa, vendendo i capi sotto forma di opere digitali e da acquistare con criptovalute. Sempre su Decentraland, il casino virtuale Ice Poker ha visto oltre 6 mila utenti spendere 7,5 miliardi di dollari in tre mesi. Mentre 85 milioni di dollari sono stati spesi in beni 'immobiliari' sulle quattro principali piattaforme di metaverso (Sandbox, Decentraland, Cryptovoxels e Somnium). Secondo gli esperti, l'arrivo in uffici e servizi della PA è solo questione di tempo. Come dimostra la sperimentazione di Seul, che prevede entro il 2023 di rilasciare documenti ai cittadini negli ambienti 3D. Meta, che per prima si è lanciata nella corsa al metaverso, ha raggiunto quota 300 mila iscritti su Horizon Worlds, un'anteprima del nuovo mondo virtuale, accessibile ad oggi solo dagli Stati Uniti e dal Canada, usando un paio di visori Oculus Quest 2, di proprietà della stessa Meta.
Proprio Microsoft, però, ha avvisato dei rischi che si corrono quando ogni colosso pensa a crearsi il proprio recinto, senza collaborazione. Mentre la vicepresidente della Commissione europea, Margrethe Vestager, ha puntualizzato che sul metaverso si prospetta un accurato esame da parte dell'Antitrust europeo.





« top







AGGIORNAMENTI 30 MARZO 2022



GOOGLE FA PULIZIA DI FAKE ACCOUNT
Ogni giorno Google riceve circa 20 milioni di contributi su Maps, lA nota app di navigazione.  Nel 2021 i team globali che si occupano del servizio hanno bloccato oltre 100 milioni di modifiche errate, tra cui foto, descrizioni e orari di apertura delle attività commerciali.
Grazie all'utilizzo degli algoritmi e dell'Intelligenza Artificiale, Google è riuscita a identificare e rimuovere più di 7 milioni di falsi profili aziendali, 630.000 dei quali segnalati direttamente dagli utenti. Oltre 12 milioni i tentativi di creare account aziendali fasulli e quasi 8 milioni quelli finalizzati a rivendicare attività commerciali non appartenenti ai malintenzionati.
La consultazione di maps è raddoppiata durante la pandemia per la necessità degli utenti di consultare orari di apertura/chiusura di attività per limitare gli spostamenti, da qui la situazione creatasi. Bloccati fake account, rimosse recenzioni e altre attività.


--Check Point Research, divisione dell'agenzia di sicurezza informatica Check Point Software Technologies, ha emesso una nota in cui sottolinea l'incremento delle truffe online dei soliti avvoltoi che hanno come oggetto la richiesta di donazioni per l'Ucraina.
Un trend che è diretta conseguenza dell'ascesa, già dallo scoppio della guerra, nell'utilizzo delle criptovalute a sostegno della resistenza di Kiev e dei rifugiati.
Le campagne di truffe in rete si fondano tutte sulla richiesta di supporto economico da inviare tramite bitcoin e simili, così da rendere molto difficile il tracciamento.
Spesso inoltre i criminali mischiano siti illegittimi con quelli reali, Il Check Point Software ha sempre tenuto sott'occhio il darkweb. L'anno scorso trovavamo annunci che pubblicizzavano servizi ingannevoli per la pandemia, oggi vediamo apparire richieste fasulle di donazioni, per l'Ucraina. Il consiglio degli esperti è quello di fare affidamento a portali riconosciuti per l'invio di offerte, come quelli di enti pubblici e organizzazioni globali.


--Apple sta valutando un servizio di abbonamento per l'iPhone e altri dei suoi prodotti hardware, una sorta di programma di auto-leasing che segnerebbe un cambio di rotta per Cupertino. Lo riporta la stampa specializzata, Apple finora ha venduto i suoi dispositivi a prezzo pieno, consentendo il pagamento a rate. Con l'abbonamento per l'hardware invece offre i suoi dispositivi a fronte del pagamento di una commissione mensile. Gli investitori da tempo chiedono una simile iniziativa ad Apple in quanto consentirebbe di generare più ricavi e renderebbe più facile ai consumatori digerire la spesa di migliaia di dollari per dispositivi nuovi.


--Il Conflitto russo-ucraino continua a impegnare anche le pagine della stampa dedicate alle cyber news. In tal senso questa settimana spiccano tre notizie di particolare rilievo.
La prima è che la Russia, limitatamente al suo territorio, ha bloccato Google News Tass, per materiali contenenti informazioni, secondo i russi inaffidabili, sopratutto relative alle operazioni militari. Poi invece Anonymous, che ha hackerato la Banca Centrale Russa, col rilascio di oltre 30mila fail riservati.
Infine, oltre la vicenda dell'antivirus russo Kaspersky, che le amministrazioni pubbliche italiane dovrebbero rimuovere, si aggiunge la notizia che Israele ha  bloccato la fornitura del software spia Pegasus, a Kiev, per timori di reazioni della Russia. Una notizia riportata dal Washington Post, e la cui politica rientrava nell'avallo statunitense per potenziare gli sforzi ucraini di sorveglianza e difesa.Chiaramente ora ci si interroga, circa la linea della società che fornisce il software.




« top




AGGIORNAMENTO 23 MARZO 2022


ENERGIA SOSTENIBILE DAL RAFFREDDAMENTO DEI SERVER
Il gigante informatico Usa Microsoft userà l'energia residuale prodotta per l'elaborazione dati informatici per scaldare case e imprese nella fredda Finlandia.
Un progetto in collaborazione fra Microsoft e la compagnia elettrica finlandese Fortum, che diventerà il più grande impianto di riciclaggio di energia residuale al mondo. Il calore emesso dagli impianti informatici e per il loro raffreddamento verrà distribuito nella regione attorno alla capitale Helsinki a un quarto di milione di famiglie attraverso
900 chilometri di tubazioni sotterranee e rappresenterà circa il 40% del riscaldamento urbano dei distretti di Espoo, Kauniainen e Kirkkonummi. In tutta la Finlandia già il 45% delle abitazioni è riscaldato con il teleriscaldamento "La scelta del luogo dove costruire il grande centro di elaborazione dati è stata compiuta tenendo conto proprio del riciclaggio del calore residuale" dei macchinari, che, trasformandosi in riscaldamento domestico, consentirà di ridurre le emissioni di CO2 di 400.000 tonnellate l'anno.
E se tutto ciò corrisponde agli sforzi per una energi sostenibile, non bisogna trascurare il grave danno all'ambiente che in questi giorni stanno compiendo i bombardamenti russi, sia per l'ozono che per l'alzamento della temperatura terrestre.


--Il Garante per la protezione dei dati personali ha aperto un'istruttoria per valutare i potenziali rischi relativi al trattamento dei dati personali dei clienti italiani effettuato dalla società russa che fornisce il software antivirus Kaspersky. L'iniziativa intrapresa d'ufficio dall'Autorità si è resa necessaria, in relazione agli eventi bellici in Ucraina, allo scopo di approfondire gli allarmi lanciati da numerosi enti italiani ed europei specializzati in sicurezza informatica sul possibile utilizzo di quel prodotto per attacchi cibernetici contro utenti italiani. Il Garante ha chiesto a Kaspersky Lab di fornire il numero e la tipologia di clienti italiani, nonché informazioni dettagliate sul trattamento dei dati personali effettuato nell'ambito dei diversi prodotti o servizi di sicurezza, inclusi quelli di telemetria o diagnostici.  La società dovrà inoltre chiarire se, nel corso del trattamento, i dati siano trasferiti al di fuori dell'Unione europea (ad esempio nella Federazione Russa) o comunque resi accessibili a Paesi terzi. Kaspersky Lab dovrà infine indicare il numero di richieste di acquisizione o di comunicazione di dati personali, riferiti a interessati italiani, rivolte alla società da parte di autorità governative di Paesi terzi, a partire dal 1° gennaio 2021, distinguendole per Paese e indicando per quante di esse Kaspersky Lab abbia fornito un riscontro positivo.


--Instagram dal 14 marzo e' vietato in Russia.
Rossgram, alternativa russa a Instagram sara' lanciata il 28 marzo. Lo ha rivelato mercoledi' lo specialista di marketing digitale Alexander Zobov, come riporta la Tass. Una decisione presa dopo che la piattaforma social ha rimosso il divieto di incitamento all'odio contro i russi e ha consentito inviti alla violenza contro le truppe russe. "L'alternativa russa a Instagram con funzionalita' e strumenti familiari e app mobili per Android e iOS sara' anciata il 28 marzo", ha affermato Zobov, aggiungendo che inizialmente la nuova piattaforma sara' disponibile per i migliori blogger, investitori e sponsor e sara' accessibile agli utenti ordinari ad aprile 2022.


--Un robot che interpreta i sentimenti umani, pet-robot come teneri cuccioli, robot-pesci che nuotano e si illuminano, robot domestici e personal trainer: arriva a Napoli la mostra internazionale "La Città dei Robot", fino al 5 giugno ospitata dal PalaEden dell'Edenlandia a Napoli con 50 modelli. Attraverso prototipi innovativi e robot già in uso i giovani scopriranno anche la storia del progresso scientifico nel settore. Lo scopo della mostra infatti è anche quello di ispirare i ragazzi ad avvicinarsi nel futuro alla ricerca in questo campo. Il PalaEden diventa quindi la casa napoletana dei robot, tutti progettati da ingegneri di fama internazionale. I modelli in esposizione,  sono in grado di svolgere azioni specifiche insieme al pubblico e condurlo in un viaggio appassionante tra umanoidi e androidi. Il confine tra realtà e mondo virtuale sarà annullato dall'interazione e dall'empatia tra il visitatore e il robot con il quale si potrà parlare e fare amicizia, giocare e ballare e, al termine del percorso, assistere a uno show hi-tech, allestito con palco e platea, destinato sopratutto ai più piccini. Tra le attrazioni nella visita guidata per gruppi anche ologrammi, robot-ginnasti, robot-assistenti e tantissimi altri prototipi all'avanguardia.




« top





AGGIORNAMENTO 16 MARZO 2022


ALLARME MINACCE INFORMATICHE IN ITALIA
Estorsione doppia, attacchi alle catene di fornitura e sottrazioni di informazioni finanziare.Queste sono le principali minacce informatiche che l'Italia ha dovuto affrontare nel 2021. Stando agli esperti del settore il vettore principale di violazione malware resta, nel nostro Paese, l'email.
Da cui parte il phishing, comunicazioni che mimano istituti, banche e aziende reali, per portare le persone a cliccare su link malevoli, e lo spear phishing, tecnica ancora più sofisticata che rischia di trarre in inganno anche gli utenti più esperti.
I trojan bancari, sono individuati fra i principali malware diffusi in Italia lo scorso anno. I paesi da cui provengono il totale delle minacce sono Stati Uniti, Cina e Russia, anche se è lecito aspettarsi un incremento importante degli attacchi provenienti dai gruppi appoggiati da Mosca a seguito del conflitto in corso.  Esaminando la telemetria raccolta dall'infrastruttura di monitoraggio del nostro Cyber Security Defence Center, emerge che i documenti di Microsoft Office sono il vettore di consegna dei malware più rilevante.



**I criminali informatici stanno sfruttando il confillto in atto diffondendo attraverso gli attivisti, e soprattutto su Telegram, malware che sembrano strumenti offensivi per prendere di mira le entità russe, ma in realtà hanno come obiettivo utenti inconsapevoli.
E' l'allarme lanciato dai ricercatori di Cisco Talos Intelligence Group.
In uno dei casi rilevati, la società di sicurezza ha osservato "un attore di minacce" che offre su Telegram uno strumento del Distributed Denial of Service, per mettere i siti offline,  destinato ad essere utilizzato contro piattaforme russe. Il file scaricato in realtà infetta la vittima inconsapevole con un malware progettato per rubare credenziali e informazioni sulle criptovalute. Uno dei mezzi principali su cui stanno giraando questo tipo di offerte è Telegram, molto popolare nell'Europa orientale e ampiamente utilizzata sia da ucraini che da russi.


**Cambio di strategia per Meta che permetterà agli iscritti di Facebook e Instagram in alcuni paesi di postare contenuti contro l'esercito russo che ha invaso l'Ucraina. I post che incitano all'uccisione degli invasori e i loro capi saranno permessi in Armenia, Azerbaigian, Estonia, Georgia, Ungheria, Lettonia, Lituania, Polonia, Romania, Russia, Slovacchia e Ucraina. Lo afferma Reuters, attraverso una serie di documenti diffusi nelle ultime ore. In risposta a ciò, l'ambasciata della Russia negli Stati Uniti ha chiesto a Washington di porre un freno alle "attività estremiste" del gruppo di Zuckerberg. Meta, riporta Reuters, avrebbe deciso di allentare anche la censura sui post che invocano la morte per Vladimir Putin e Alexandr Lukashenko. Com'è noto in Italia è riconosciuto come reato, l'offesa di un Capo di Stato straniero. Facebook sottolinea però che non consentirà nulla che riguardi la promozione della violenza contro i civili russi. In alcune email interne, Meta avrebbe consentito l'elogio del battaglione ucraino di destra Azov, che normalmente è proibito, in un cambiamento riportato per la prima volta dal sito The Intercept.  Proteste ovviamente dal procuratore generale russo, che afferma "Quello che Meta sta facendo è chiamato 'incitamento all'odio razziale' che nella legislazione russa si qualifica come estremismo", ha detto il vicecapo del comitato russo sulle tecnologie e le comunicazioni, Anton Gorelkin.


**In Russia è boom dell'utilizzo di Vpn, strumento che maschera il reale indirizzo internet dell'utente consentendo di scavalcare la censura.
Secondo dati forniti dalla società di analisi SensorTower a Cnbc, tra il 24 febbraio, giorno dell'invasione dell'Ucraina, e l'8 marzo sono stati infatti ben 6 milioni i download di queste app tra Play Store e App Store, con un aumento del 1.500% rispetto alla finestra di 13 giorni precedente l'attacco.
La società di servizi Vpn SurfShark ha inoltre riferito che le vendite in Russia, sempre a partire dal 24 febbraio, si sono impennate del ben 3.500%.
Le Vpn, oltre a mascherare il reale indirizzo Ip dell'utente simulano anche una posizione geografica differente rispetto a quella effettiva. In questo modo chi naviga dalla Russia può accedere a siti e servizi altrimenti bloccati o rallentati. L'utilizzo di questo strumento consente di poter usufruire dei servizi da un lato aggirando la censura del governo In risposta alle restrizioni di Mosca, l'8 marzo Twitter ha lanciato  una versione Tor della piattaforma, che ne garantisce la fruizione anche in caso di censura.






« top




AGGIORNAMENTO 9 MARZO 2022


Lo Spazio alle notizie è rimandato alla settimana prossima per esigenze di attualità.




« top



AGGIORNAMENTI 2 MARZO 2022


Google Maps ha bloccato due funzionalità in Ucraina
Che forniscono informazioni agli utenti in tempo reale, nel tentativo di proteggere la popolazione ucraina. Lo riporta il Kyiv Independent citando dichiarazioni della stessa google. Le funzionalità disabilitate includono la sovrapposizione del traffico in tempo reale di Google Maps e Live Busyness, una funzione che mostra eventuali concentrazioni di persone in una posizione in un momento dato. Nota del redattore: questa azione di google ci sembra inappropriata, in considerazione della propria rete di satelliti russi che forniscono gli stessi dati.


--Meta Platforms, la casa madre di Facebook, ha vietato ai media statali russi di pubblicare inserzioni pubblicitarie o trarre profitto dai suoi annunci sulla propria piattaforma in qualsiasi parte del mondo.
"Continuiamo anche ad applicare etichette ad altri media statali russi", ha detto oggi il responsabile della politica di sicurezza di Meta, Nathaniel Gleicher.
"Questi cambiamenti sono già stati introdotti e continueranno nel fine settimana", ha aggiunto. fonte The Guardian.

--Musk mette a disposizione dell'Ucraina servizi internet Starlink. Dopo la richiesta fatta dal vice presidente ucraino Mykhailo Fedorov,
I servizi internet dei satelliti Starlink di Elon Musk sono "ora attivi in Ucraina".
Lo afferma Musk rispondendo a un tweet del vice presidente ucraino Mykhailo Fedorov.
La rete di satelliti Star a orbita bassa, già impiegata in America in vasti territori dove è difficile operare il cablaggio o installare ponti radio, consente l'allacciamento dei cellulari direttamente al satellite, come già in uso in Italia per gli antifurti e i navigatori satellitari.




--Si è aperto questa settimana il Mobile World Congress 2022 di Barcellona, dopo l'edizione dello scorso anno solo online.
Una delle prime aziende a presentare le proprie novità in ambito tecnologico è la coreana Samsung. Visto il prosieguo del lavoro da remoto e della didattica a distanza in tanti paesi al mondo, Samsung ha rinnovato, prima del previsto, la gamma di portatili dedicati, i Galaxy Book2 Pro e Pro
360. A meno di un anno dalle iterazioni precedenti, i due notebook mirano al pubblico dei professionisti in mobilità e dei ragazzi che necessitano di un unico dispositivo sia per lo studio che il divertimento. Nessuna rivoluzione ma aggiornamenti sensati, come la possibilità di scegliere una variante 5G invece del solo Wi-Fi e una webcam che acquista la risoluzione Fhd, per immagini qualitativamente migliori e più fluide. Il display resta da 13,3 pollici o 15,6 pollici, mentre arrivano ulteriori misure di protezione dei dati personali. Tra queste, la certificazione Secured-core PC presentata da Microsoft nel 2019, che permette di eseguire in autonomia controlli sia sulle parti fisiche che software del computer, per prevenire attacchi specifici. A distinguere i due Galaxy Book2 è l'opportunità, sul Pro 360 di ruotare lo schermo di 360 gradi, così da utilizzarlo come tablet in modalità touch screen, e la disponibilità su quest'ultimo della S Pen in confezione, il pennino con cui estendere l'interazione con l'interfaccia. "La serie Galaxy Book2 Pro include gli ultimi processori Intel Core di 12esima generazione, che consentono agli utenti di lavorare, partecipare a video call e giocare, con risultati fluidi e affidabili" ha spiegato l'azienda. Il Galaxy Book2 Pro sarà in vendita a partire da 1.399 euro ad aprile così come il Galaxy Book2 Pro 360, che però ha un prezzo iniziale di 1.499 euro. Dei prezzi ancora non troppo accessibili.





« top







AGGIORNAMENTI 23 FEBBRAIO 2022


Il settore della tecnologia di consumo registra incrementi record in Italia.
Secondo una recente statistica, le vendite sono cresciute del +9% nel 2021, con un valore complessivo di mercato che ha superato i 17 miliardi di euro. Paragonato all'anno pre-pandemia, il 2019, il divario è ancora più rilevante, pari al +18%, a dimostrazione di come i lockdown e le necessità di rimanere a casa abbiano spinto all'acquisto di molti dispositivi tecnologici il cui rinnovo è stato anticipato.  In vetta ai consumi c'è l'elettronica di consumo (+35%), che comprende dispostivi audio e video come i televisori, e i grandi elettrodomestici (9%). Segue la telefonia (al 6%) mentre l'information technology e office, tra pc e software, rappresenta l'unico settore in decrescita anche se occorre ricordare che lo scorso anno aveva fatto registrare cifre record. In aumento anche il mercato della smart home che in Italia ha raggiungendo nel 2021 il valore di 650 milioni di euro, in crescita di quasi  il 30% rispetto al 2020, oltre i livelli pre-pandemia. La difficoltà nel reperimento delle materie prime, a partire dai semiconduttori, ha rallentato la crescita che poteva essere ancor più sostenuta, che insieme  all'aumento dei costi di logistica, ha generato un incremento dei prezzi in tutti i settori.   


**L'Unione Europea fa causa alla Cina presso l'Organizzazione mondiale del commercio (Wto) per aver impedito alle società europee di proteggere i loro diritti sui brevetti "essenziali standard", come quelli sulle tecnologie di rete mobile 3G, 4G e 5G.
Lo annuncia la Commissione europea.
Secondo le norme del commercio internazionale, i titolari di questi brevetti devono concederli in licenza ai produttori, per esempio di cellulari, a condizioni eque, ragionevoli e non discriminatorie. Se il produttore non rispetta queste condizioni e produce senza licenza il titolare dei diritti può chiedere compensazione.
Dall'agosto 2020, però, Pechino ha deciso che i tribunali cinesi possono vietare ai titolari di brevetti di rivolgersi a un tribunale non cinese tramite una ingiunzione "anti-querela", con multe da 130mila euro al giorno per chi non si conforma. Si tratta di una forma di pressione, spiega la Commissione europea, che impedisce alle società dell'Unione Europea con brevetti high-tech di proteggere legittimamente le loro tecnologie e finisce per danneggiare l'innovazione e la crescita in Europa.
E' probabile che questo atteggiamento verso gli occidentali, sia ancora il risultato della dannosa politica protezionistica del Presidente Trump.


**Sono un centinaio i centri che in Italia si occupano della dipendenza da internet, di cui una ottantina  afferenti al Servizio sanitario nazionale e più di 15 al privato sociale.
Lo annuncia il Centro Nazionale Dipendenze e Doping dell'Istituto superiore di sanità (Iss), che ha presentato la prima mappa sulla distribuzione delle strutture socio-sanitarie che si occupano dei disturbi legati all'uso di internet. L'offerta, spiega il Centro, non è omogenea sul territorio nazionale: "La Lombardia per il Nord, le Marche per il Centro e la Sardegna per il Sud e le Isole sono le regioni con la maggior presenza di risorse territoriali per le dipendenze da Internet".
I servizi territoriali si avvalgono di diverse figure professionali: psicoterapeuti, assistenti sociali, educatori professionali, medici, specialisti in psichiatria o neuropsichiatria.


**Apple ha aggiunto l'iPhone 6 Plus all'elenco dei suoi prodotti vintage, che include fra i dispositivi giunti alla fine del loro ciclo di vita. Una politica di immagine, quella del colosso di Cupertino, che viene applicata ad ogni oggetto la cui commercializzazione è terminata da più di cinque anni. Lanciato nel settembre del 2014, la messa in vendita dell'iPhone 6 Plus si è conclusa due anni dopo, all'arrivo degli iPhone 7 e 7 Plus. Curiosamente, il modello che ha debuttato assieme al 6 Plus, il più piccolo iPhone
6, ha goduto di una tempistica di vendita dilungata, che si è protratta fino a settembre del 2018. Per questo, lo smartphone entrerà nella lista dei 'classici' tra la fine del 2023 e l'inizio del 2024. Gli iPhone 6 e 6 Plus vengono ricordati per essere stati i primi telefonini di Apple con due opzioni di dimensioni dello schermo, da 4,7 e 5,5 pollici. I dispositivi del 2014 supportavano inoltre il metodo di pagamento contactless Apple Pay, arrivato in Italia nel 2017.




« top





AGGIORNAMENTO 16 FEBBRAIO 2022

L’aggiornamento alle notizie è rimandato alla settimana prossima per consentire le celebrazioni per la Giornata Mondiale della Radio.


« top





AGGIORNAMENTO 9 FEBBRAIO 2022


iPHONE 12 LONTANO DA APPARECCHI ELETTROMEDICALI.
Deve essere mantenuta una distanza di almeno 15 centimetri tra un iPhone12 e pacemaker e defibrillatori impiantabili, è molto importante attenersi alle indicazioni fornite dai produttori di dispositivi medici e da Apple stessa. In rari casi, se lo smartphone viene tenuto a meno di un centimetro dal cuore, il magnete presente nello smartphone può attivare l'interruttore magnetico". E' il risultato di uno studio dell'Istituto Superiore di Sanità pubblicato dalla rivista Pacing and Clinical Electrophysiology. "Nel febbraio 2021 alcuni dati presenti nella letteratura scientifica e ripresi dalla stampa non specializzata indicavano la possibilità che il magnete utilizzato nello smartphone potesse attivare l'interruttore magnetico presente nel defibrillatore, disattivando la terapia prevista in caso di aritmia ventricolare. Questo studio dell'ISTITUTO SUPERIORE DELLA SANITA' - spiega una nota - è il primo a valutare in laboratorio l'interferenza magnetica dell'iPhone 12 e dei suoi accessori MagSafe su un campione rappresentativo dell'attuale mercato italiano di pacemaker e defibrillatori impiantabili, incluso il defibrillatore sottocutaneo. Sono stati valutati i pacemaker e i defibrillatori impiantabili dai principali produttori mondiali (Abbott, Biotronik, Boston Scientific, Medico, Medtronic, Microport), utilizzando un simulatore di battito cardiaco.


**Cresce l'ecosistema italiano dell'intelligenza Artificiale (AI): nel 2021 ha segnato un +27%, raggiungendo quota 380 milioni di euro, un valore raddoppiato in due anni, per il 76% commissionato da imprese italiane e per il restante 24% come export di progetti. Emerge però un divario nell'adozione: sei su 10 grandi aziende hanno avviato almeno un progetto di intelligenza Artificiale, tra le Piccole e Medie Imprese, ovvero appena il 6%. Il 95% dei consumatori italiani ha già sentito parlare di intelligenza Artificiale. In generale, l'80% degli italiani esprime un giudizio positivo sull'Intelligenza Artificiale, anche se emergono preoccupazioni legate a privacy, lavoro e etica. Sono i risultati della ricerca dell'Osservatorio Artificial Intelligence della School of Management del Politecnico di Milano. Secondo la ricerca, un terzo del mercato italiano dell'intelligenza artificiale (35%) riguarda progetti di algoritmi per analizzare ed estrarre informazioni dai dati, seguono le soluzioni per l'interpretazione del linguaggio naturale con il 17,5% del mercato (+24%) e gli algoritmi per suggerire ai clienti contenuti in linea con le preferenze con un'incidenza del 16% (+20%). In forte crescita con +34% i chatbot e assistenti virtuali, che si aggiudicano l'10,5% degli investimenti e le iniziative di Computer Vision, che analizzano il contenuto di un'immagine in contesti come la sorveglianza in luoghi pubblici o il monitoraggio di una linea di produzione (11% degli investimenti, ma in crescita del 41%). "La Commissione europea ha già presentato una proposta di regolamento dell'intelligenza Artificiale", a cui lavorano anche esperti italiani.


**La ricerca italiana, con il Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr), adesso ha a disposizione uno strumento in più, grazie all'ingresso nella rete dei computer quantistici dell'Ibm. I ricercatori potranno infatti utilizzare i venti computer quantistici della rete, fra i quali l'innovativo Eagle, per applicazioni in numerosi ambiti: dalla comprensione del mondo fisico alla progettazione di nuovi farmaci. "Il Cnr è la prima istituzione italiana a partecipare al Quantum Network di Ibm", ha detto la presidente del Cnr, Maria Chiara Carrozza. "Questo accordo - ha aggiunto - apre alla possibilità di cooperazione con prestigiosi partner internazionali che svolgono ricerca nel settore delle quantum technologies e mette a diposizione dei nostri ricercatori e dello sviluppo del Paese uno strumento di frontiera avanzatissimo, in grado di segnare una svolta rivoluzionaria in diversi settori, a partire da quello informatico". La computazione quantistica nei prossimi anni consentirà di trovare soluzioni a problemi scientifici e applicativi ritenuti irrisolvibili con gli attuali sistemi di supercalcolo, ciò  comporterà un cambiamento radicale nel modo di pensare la progettazione di algoritmi e software, aprendo nuovi campi di ricerca.


**I ragazzi italiani, fra i 12 e 17 anni, riportano bassi livelli di competenze informative e di navigazione online. E' quanto emerge dal report della prima ondata dell'indagine europea ySKILLS
2021, a pochi giorni dal "Safer Internet Day" dell'8 febbraio. Il Progetto, che coinvolge sei Paesi in Europa, è stato finanziato nell'ambito del programma di ricerca e innovazione dell'Unione Europea. Lo studio, dell'Università Cattolica ySKILLS, ha adottato un nuovo strumento di misurazione delle competenze digitali, classificate nelle quattro aree: competenze tecnico-operative, informative e di navigazione, comunicative e relazionali, creative. Secondo la ricerca, rispetto all'accesso giornaliero a internet, i dispositivi più utilizzati dai ragazzi italiani sono lo smartphone al 96%, il pc al 52% e il tablet al 24%. Il tempo trascorso online in un giorno di scuola è di 3,4 ore. Di tutti i partecipanti allo studio il 90% ha un profilo social (Instagram, Facebook, Tik Tok), l'82% ha un profilo privato e 7 su 10 accettano richieste di amicizia da persone sconosciute o che non hanno incontrato almeno una volta di persona. Questo vale più per i ragazzi che per le ragazze. Infine, il rischio più comune è l'esposizione a contenuti d'odio e hate speech (70%), seguito dall'esposizione a contenuti dannosi e nocivi (comportamenti autolesionistici, assunzione di stupefacenti, alcool, prodotti dimagranti pericolosi o alimentazione scorretta) e immagini sessuali.




« top





AGGIORNAMENTI 2 FEBBRAIO 2022



L'Italia è il secondo paese in Europa per violazioni del Gdpr
Il regolamento europeo sulla protezione dei dati personali entrato in vigore il 25 maggio del 2018. Lo sottolinea uno studio di Dla Piper, società che si occupa di servizi legali, in occasione della Giornata europea della protezione dei dati personali che cade il 28 gennaio. Istituita nel 2006 dal Consiglio d'Europa in ricordo dell'apertura dei lavori per la firma della Convenzione 108 sul trattamento automatizzato dei dati a carattere personale. Stando al report, nel nostro Paese le violazioni (83 interventi dell'Autorità Garante, in testa c'è la Spagna con più di 250 sanzioni, segue la Romania con 57), hanno portato a quasi 80 milioni di euro in sanzioni, il terzo numero più alto in Europa dopo Lussemburgo e Irlanda, paesi nei quali si concentrano le sedi dei giganti del digitale. In totale, l'Europa ha affrontato multe per quasi 1,1 miliardi di euro nel 2021, per furto e violazione dei dati sensibili, un incremento pari al 600% rispetto all'anno precedente. Uno dei settori più colpiti è quello delle telecomunicazioni, con sanzioni che hanno riguardato in particolare le modalità di trattamento dei dati personali per attività di telemarketing e pubblicità. L'Italia cresce a ritmo doppio rispetto alla media europea nel merito dei 'data breach', cioè le violazioni che comportano l'accesso, la modifica, la cancellazione o la divulgazione non autorizzata dei dati. In testa c'è la Germania, seguita da Paesi Bassi e Polonia.



**Dopo l'acquisizione di Activision da parte di Microsoft, Sony potrebbe fare propria le attività di Electronic Arts, altro colosso del settore che produce titoli come Fifa. Lo scrive Hollywood Reporter, che non esclude l'ingresso nel settore dei videogame anche di Disney e Netflix, con acquisizioni più piccole, soprattutto in vista del lancio di app e giochi per il metaverso. La società di ricerca Enders afferma che il passaggio di Electronic Arts a Sony sarebbe tutt'altro che impossibile anche se  Sony potrebbe dirigersi verso altri produttori, come Ubisoft e Take-Two, che rappresentano opzioni più economiche. Nel frattempo, la società di ricerca Handler considera anche nomi nuovi come pronti investitori nel mercato dei videogiochi. Tra questi c'è Disney, finora attiva a concentrarsi sull'affidare esternamente lo sviluppo di titoli in licenza piuttosto che lavorarci in proprio. Non ha intenzione di restare fuori dalla corsa Netflix, che di recente ha inserito nel catalogo di film e produzioni esclusive anche una sezione con giochi, con le declinazioni videoludiche di Stranger Things e non solo.



**Apple dei record nonostante le difficoltà nelle catene di approvvigionamento. Cupertino chiude il primo trimestre dell'esercizio fiscale con ricavi record per oltre 120 miliardi di dollari, in crescita di oltre il 10% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno e sopra le attese degli analisti. L'utile netto è salito 34 miliardi, a 2 dollari e 10per azione, oltre le previsioni del mercato che scommetteva sotto i 2 dollari.
Soddisfatto l'amministratore delegato Tim Cook, che prevede un allentamento delle tensioni alle forniture di componenti. Il quale aggiunge in varie dichiarazioni alla stampa, che ci saranno meno costrizioni in marzo rispetto a dicembre. I venti contrari legati alla carenza di componenti sono ammontati a circa 5 miliardi. Aumentati i ricavi da iPhone sono saliti  a 70 miliardi, superando le attese che prevedevano un rialzo di solo il 3%. Crescono anche i ricavi da Mac, saliti  a 10 miliardi, e quelli dai servizi, schizzati del a 19 miliardi, ovvero quasi il 25% in più.


**Microsoft ha annunciato il lancio della prima versione di anteprima del Windows Subsystem for Android (WSA). Si tratta di un aggiornamento del sottosistema di Windows
11, l'ultimo sistema operativo per computer del colosso di Redmond, che introduce la possibilità di installare le applicazioni Android. La novità era una delle più attese dagli utenti sin dalla presentazione di Windows 11 e relativa disponibilità a fine 2021. A confermare l'arrivo è stato Panos Panay, attuale responsabile dell'intera divisione Windows e Surface, che ha anche ricordato come stia volgendo al termine il periodo utile per passare da Windows 10 a Windows 11 gratuitamente. Nella seconda fase, l'aggiornamento sarà a pagamento, a seconda dei pacchetti scelti. A differenza del Play Store su smartphone e tablet Android, Windows avrà l'Amazon Appstore, il negozio digitale da cui si installano le applicazioni Android su dispositivi Kindle Fire. La società non ha dichiarato se la novità riguarderà tutti o solo gli iscritti al programma Windows Insider, sebbene il termine "pubblico" lasci intendere un lancio globale. Uno sviluppo questo che merita di essere seguito più da vicino.




« top






AGGIORNAMENTO 26 GENNAIO 2022


GIORNATA DELLA MEMORIA 2022


"C'erano uomini"
Maria Ruggi


C'erano uomini, donne e ragazzini
c'erano vecchi e mamme con bambini.
C'erano lacrime e ricordi di vite già lontane
c'erano dolori, miserie e violenze disumane.
C'erano punizioni, lavori forzati e soldati
c'erano silenzi, uomini sporchi e malati.
C'erano eserciti, fili spinati e fredde prigioni
c'erano divise, numeri incisi ed esecuzioni.
C'erano stenti, fame e malattie
c'erano ghetti, campi ed epidemie.
C'erano pensieri ed esistenze troppo corte
c'erano attese palpitanti in promesse di morte.
C'erano cuori spezzati da addii definitivi
c'erano visioni di tramonti per quelli ancora vivi.
C'erano vergogne appese a un intelletto violento
ma anche sogni e speranze fino all'ultimo lamento.





« top






AGGIORNAMENTO 19 GENNAIO 2022

Android 12L è l'aggiornamento dell'attuale sistema operativo di Google pensato per i dispositivi con schermi grandi, pieghevoli e tablet.
Se ancora non si conosce la data di rilascio dell'update, le prime informazioni contenute in una versione di prova, mostrano il lavoro che Google sta compiendo nella realizzazione del suo primo telefonino con doppio display. Nelle istruzioni di utilizzo per l'aggiornamento android, viene  spiegato come inserire la scheda sim dove si evince la versatilità del sistema. Si tratta del Google Pixel Fold, che la compagnia parte del gruppo Alphabet dovrebbe svelare entro l'anno. Le informazioni in cui appare il terminale sono verificabili da chiunque faccia parte del programma di testing di Google per le nuove versioni di Android. L'aggiornamento in questione è presente nella seconda build beta di Android 12L. Il portale 9to5google ha analizzato le immagini delle istruzioni per ricavare delle dimensioni verosimili dello smartphone. Questo avrebbe un pannello interno da
7,6 pollici, pari a quello del Galaxy Fold Z3 e più grande del Find N di Oppo, l'unico telefono pieghevole che si avvicina al design di Samsung. In merito allo sviluppo di Android 12L, nonostante la vicinanza del rilascio di Android 12, Google ha confermato il buon trend di mercato dei device con schermi più ampi di un telefono classico, tra foldable e tablet: "Abbiamo notato un aumento dei dispositivi pieghevoli, con una crescita su base annua di oltre il 265%. Attualmente ci sono oltre 250 milioni di dispositivi attivi Android con schermi ampi".


--Nonostante la concorrenza di TikTok, Snapchat continua a rilasciare aggiornamenti e miglioramenti per i propri iscritti. Nel 2021, il social aveva spento dieci candeline e introdotto per l'occasione parecchie novità, tra cui i filtri per immedesimarsi in personaggi Disney e Gifting, una nuova funzione per consentire agli utenti di supportare i creatori di contenuti, attraverso le 'Story Replies'. Nelle ultime ore, l'azienda ha lanciato ulteriori aggiornamenti, volti a migliorare la comunicazione per chi usa le app Android e iOS. Con "Rispondi in chat", si può evitare che le chat di gruppo "esplodano" di messaggi. Snapchat ha introdotto la funzione di risposta in chat per rispondere ai singoli messaggi ricevuti nei gruppi, contestualizzando meglio il flusso della conversazione, senza sovrapposizioni. Arrivano poi le "Reazioni Bitmoji", per lasciare che i navigatori possano esprimersi più efficacemente con la messaggistica effimera. L'aggiornamento offre un modo veloce per reagire a qualsiasi messaggio, attraverso sette risposte emotive tra cui scegliere. Infine, gli "adesivi per sondaggi", per arricchire con grafiche particolari i propri sondaggi da aggiungere anche alle Storie. "Per Snapchat è importante fornire ai propri utenti una modalità divertente e responsabile per connettersi e garantire che i feedback rimangano sempre gentili ed educati. Per questo, le risposte ai sondaggi non saranno anonime" ha spiegato il social.


--Sono più di 10 mila oggi al mondo i siti internet con dominio .pizza, di cui circa il 40% negli Stati Uniti, seguiti da Islanda, con un boom di registrazioni nel 2021, Canada e Germania. A rilevarlo, in occasione del Pizza Day del 17 gennaio, è GoDaddy, realtà economica a livello globale che fornisce domini e web hosting al servizio di piccole imprese e imprenditori. L'andamento del dominio .pizza, che identifica il celebre piatto italiano, è "a riprova- sottolinea una nota- di quanto la specialità italiana sia molto apprezzata e valorizzata a livello internazionale". GoDaddy sottolinea che la pizza resta uno dei piatti più cult della gastronomia nostrana e secondo i dati di una recente ricerca Doxa viene mangiata almeno una volta a settimana dall'86% degli italiani, e due volte da un 40%. Secondo la classifica stilata da Google nel 2021 delle parole più ricercate sul web nel nostro Paese, nella sezione "ricette più ricercate", quella della pizza appare nelle prime cinque posizioni.


--Un'azione legale multimiliardaria è stata intentata contro Facebook nel Regno Unito e in caso di successo potrebbe vedere più di 44 milioni di persone risarcite per termini e condizioni "ingiusti" imposti agli utenti. Ad avviare la class action è stata una esperta di concorrenza, Liza Lovdahl Gormsen, ex consulente della Financial Conduct Authority britannica, che accusa la società madre Meta presso il Competition Appeal Tribunal di aver abusato della sua posizione dominante sul mercato e chiede un risarcimento minimo di 2,3 miliardi sterline (2,8 miliardi di euro). Gormsen sostiene che Facebook ha di fatto costretto gli utenti britannici ad accettare termini e condizioni che gli consentissero di generare entrate dai loro dati.




« top









AGGIORNAMENTO 12 GENNAIO 2022


É in corso un attacco hacker ai danni di Fifa 22,
l'ultimo videogame calcistico sviluppato da Ea Sport, ramo di Electronics Arts. Secondo quanto riportato da testate specializzate, come Eurogamer, a cadere vittima dei criminali informatici sarebbero i giocatori di Ultimate Team, la modalità online di Fifa che permette di creare una squadra personalizzata da schierare in campo sulla base di carte collezionabili, che rappresentano gli atleti e gli allenatori. Per Mirror Football. tra gli account rubati anche quelli dei primi 100 streamer del gioco, tra cui alcuni italiani. Stando alla ricostruzione, i responsabili avrebbero ingannato gli addetti del servizio d'assistenza di Electronic Arts, arrivando ad ottenere le informazioni di accesso ai profili compromessi. Ea Sports si è limitata a confermare di essere a conoscenza della situazione e di aver avviato un'indagine con l'obiettivo di saperne di più, rimandando al sito ufficiale del supporto per ulteriori dettagli. "Siamo stati informati di recenti tentativi di violazione degli account e stiamo indagando" ha spiegato lo sviluppatore. Gli hacker avrebbero agito contattando il servizio di chat live Ea Help, per convincere gli operatori a cambiare le email associate agli account, semplicemente fornendo il Gamertag o il PSN ID, ossia il nome utente degli account, senza altre informazioni di verifica, tra cui l'indirizzo di posta elettronica già registrato. Uno stratagemma tanto semplice quanto efficace. Una volta ottenuto l'accesso ai profili, i cybercriminali hanno svuotato molti dei conti digitali delle vittime, trasferendoli ad altri. Nel caso del campione italiano Mano, gli hacker hanno venduto i suoi giocatori più costosi, a prezzi bassissimi, spostando poi il credito virtuale verso profili controllati direttamente.


---Instagram, la bacheca si fa in tre in un nuovo aggiornamento. Si potrà scegliere il feed cronologico al posto degli algoritmi.
Dopo aver annunciato il ritorno della visualizzazione dei post in bacheca in ordine cronologico e non più consigliato dagli algoritmi, il capo di Instagram, Adam Mosseri, ha condiviso un'anteprima della novità. Il social, di proprietà Meta, ha rilasciato un aggiornamento della sua app per pochi tester, che hanno già l'opportunità di scegliere tra diverse modalità di accesso ai post degli utenti che seguono. Instagram ha confermato che differenzierà la schermata "home", che presenta un "feed", una bacheca, gestita tramite un algoritmo, dalla schermata "favorites", dove invece saranno raccolti i post ordinati cronologicamente.
In questi, finiranno i contenuti di amici e contatti scelti in precedenza. Infine la sezione "following", dove troveranno posto tutti gli account seguiti, nel solo ordine cronologico. Quest'ultima sezione finirà per diventare l'estremo opposto della home classica perché, come osserva Mosseri, il feed "home", ordinato dall'algoritmo, mischia continuamente i post pubblicati, per mettere in risalto quelli che dovrebbero essere più di importanza per gli iscritti. Mosseri ha spiegato che la disponibilità completa delle funzionalità odierne richiederà "un paio di settimane". I cambiamenti rientrano nei piani già noti di Instagram per il
2022. L'azienda ha spiegato di volersi concentrare maggiormente sui contenuti video, partendo dai Reel, ai quali ha dedicato la sezione centrale delle sue app. Ma non solo: Mosseri sul finire dello scorso anno ha parlato al Senato americano circa le modalità con cui Instagram intende proteggere i minori, anticipando l'arrivo del parental control per i genitori e maggiori opportunità di segnalare account molesti e pericolosi per gli adolescenti.


---L'Antitrust ha ridotto "per un errore materiale" le sanzioni comminate ad Apple e Amazon rispettivamente di 20 e 10 milioni di euro.
L'Autorità fa sapere nel Bollettino di aver ridimensionato la multa ad Apple da circa 134 milioni di euro a 114 e per Amazon da circa 68 milioni a 58. Le sanzioni erano state comminate a novembre scorso dopo aver accertato un'intesa restrittiva della concorrenza attraverso "clausole contrattuali che impediscono a rivenditori che legittimamente eserciscono l'attività di rivendita di prodotti Apple e Beats genuini di accedere ai servizi di intermediazione del marketplace Amazon.it.". L'Antitrust ha anche rettificato il termine di pagamento delle sanzioni amministrative portando la scadenza da
30 a 90 giorni dalla notificazione del provvedimento.


--L'amministratore delegato di Apple Tim Cook ha ricevuto un compenso di quasi 100 milioni di dollari, per l'esattezza 98,7 milioni, nel 2021, durante il quale ha celebrato i 10 anni alla guida di Cupertino e ha spinto Apple a profitti record durante la pandemia. Lo riporta il Wall Street Journal. Il salario di base di Tim Cook è rimasto invariato a 3 milioni di dollari e la maggior parte del compenso è legato ad azioni vincolate per un valore di 82,3 milioni.




« top







AGGIORNAMENTO 5 GENNAIO 2021

Il Consumer Electronic Show (Ces), la più grande fiera tecnologica al mondo in programma dal 5 all'8 gennaio a Las Vegas,
promette di andare avanti nonostante le continue defezioni. A quelle di Microsoft, Google, Lenovo, Meta, Amazon e altre decine, si sono aggiunte nelle ultime ore le rinunce di Amd e Msi, due colossi del settore tech. La causa è l'incalzare incessante della variante Omicron, che ha già spinto Apple a chiudere, nuovamente, gli Apple Store nelle metropoli americane, a partire da New York City. La riapertura era avvenuta, gradualmente, in primavera.  Nonostante ad oggi siano oltre 40 le compagnie che hanno annunciato il loro dietrofront dal Ces 2022, la CTA, che organizza la manifestazione, afferma che tutto si svolgerà come previsto, con misure di protezione aggiuntive. Non solo l'obbligo di mascherine, ma anche di sanificare frequentemente le mani ed evitare contatti diretti con espositori e visitatori. AMD ha deciso di annullare la presenza di persona al Ces 2022 di Las Vegas a favore di un'esperienza digitale. Non vediamo l'ora di condividere tutte le nostre novità come programmato il 4 gennaio. Il produttore  di computer MSI ritirandosi dalla manifestazione  ha invece scritto circa la salute dei suoi dipendenti, clienti e fan  che resta la massima priorità, limitandosi a un evento  online. Altre compagnie, come OnePlus e Procter & Gamble, società madre di Gillette e Oral-B, hanno annullato eventi paralleli a Las Vegas, che si sarebbero dovuti svolgere in città nei giorni della kermesse.



***Microsoft brevetta lo smartphone con tre schermi pieghevoli, Simile al disegno diffuso giorni fa e attribuito a Samsung che con il settore degli smartphone pieghevoli è pronto per accogliere più dispositivi già nei prossimi mesi, due colossi dell'hi-tech sono già oltre. Qualche giorno fa, erano emerse online le immagini di un brevetto ottenuto da Samsung, circa un telefonino con triplo schermo. Un prototipo molto simile al disegno che Microsoft ha depositato presso l'Ufficio dei brevetti statunitense a giugno del 2020 e pubblicato il 23 dicembre 2021. Soprannominato sul web "Surface Trio", lo smartphone aggiunge un pannello ulteriore al Surface Duo 2 lanciato in estate. Un device che solo in parte può essere considerato "foldable", visto che i suoi due schermi non ne formano uno intero ma sono divisi da una cerniera, quasi come fossero due piccoli tablet separati. Il nuovo brevetto invece avvicina il possibile Trio al Galaxy Fold Z3 di Samsung, con tre display senza soluzione di continuità. Individuato dal sito Patently Apple, il documento mostra un telefono con tre pannelli collegati da due cerniere. Il meccanismo di apertura sarebbe dunque a forma di "Z", per passare facilmente dallo schermo singolo al doppio oppure, quando spiegato verso l'esterno, alla visuale tripla. Il brevetto non fa riferimento al nome Surface Trio, limitandosi a descrivere un dispositivo di visualizzazione multi-pannello. "I dispositivi di visualizzazione a più pannelli possono essere utili in una varietà di scenari diversi - si legge - ad esempio, per mostrare contemporaneamente più finestre visivamente su pannelli separati".


***Privacy e più video, le novità di Instagram per il 2022. Il capo Adam Mosseri ha svelato gli obiettivi per il futuro. Dalle nuove funzionalità per i creatori di contenuti al maggiore controllo sulla privacy degli utenti, soprattutto i più giovani. Questi e altri gli obiettivi che si è posta Instagram per il 2022. Ne ha parlato Adam Mosseri, a capo del social network del gruppo Meta, già Facebook. Il focus resta sui video, tipologia di post su cui Instagram ha puntato molto nell'ultimo biennio, anche per fronteggiare le app concorrenti, tra cui TikTok, che sui video brevi ha fondato parte del suo successo. Mosseri ha annunciato che nel 2022 Instagram porterà la durata delle Stories da
15 a 60 secondi, oltre ad una serie di funzioni ereditate proprio da TikTok, come i commenti nei Reel, mini filmati simili alle storie ma ai quali l'app dedica un menu a sé, e la sintesi vocale del testo per i video. Mosseri ha inoltre spiegato che nei prossimi mesi arriveranno maggiori opportunità di monetizzazione per i creatori di contenuti, così come una migliore gestione della privacy.


***A partire da martedì 4 gennaio 2022, tutti gli smartphone BlackBerry che girano con l'omonimo sistema operativo smetteranno di funzionare. L'azienda interromperà il supporto per BlackBerry OS 10 e 7.1, oltre alle versioni precedenti. Su questi dispositivi, non sarà più possibile telefonare o ricevere chiamate, inviare o mandare messaggi e accedere a internet. Un blocco, di cui si conosce da tempo, ossia da quando BlackBerry lo aveva annunciato a settembre del 2020. I telefonini marchiati BlackBerry, con a bordo Android, continueranno a funzionare senza problemi, fino al supporto assicurato da Google. Ricordando la decisione presa oltre due anni fa, BlackBerry ha voluto ringraziare i suoi clienti. Dopo aver mollato il mercato della telefoni mobile dal punto di vista dell'hardware, il gruppo si è concentrato esclusivamente sullo sviluppo e il miglioramento dei software per aziende e professionisti, sotto il nome di BlackBerry Limited. Il marchio smartphone, concesso in licenza alla cinese TCL, è passato sul finire del 2020 alla startup indiana OnwardMobility. Questa potrebbe lanciare una serie di nuovi terminali nel corso dell'anno, a costo ridotto, con connessione 5G e dedicati principalmente al mercato interno.






« top












^^^^^^^^^^^^^^^


















WWW RADIOMAGAZINE NET



« top












 

 

 

 

«Torna alla home page